milan
Immagine da Twitter AC Milan

Sotto al Franchi, il Milan ribalta la partita e trova 3 punti fondamentali in ottica Champions. Torna al gol Ibra, si rivede anche Bennacer

Ibrahimovic, Diaz e Calhanoglu rimontano la Fiorentina al Franchi e regalano 3 punti fondamentali al Milan in ottica rincorsa Champions. Ottime notizie arrivano anche dal rientro in campo di Bennacer, subito decisivo. Prestazione non ancora brillante ma ancora una volta emerge lo spirito del Diavolo.

Potrebbe interessarti:

La Partita

Copione della gara chiaro fin da subito con il Milan che cerca di proporre gioco tramite lungo possesso palla e Fiorentina alta con il pressing per cercare di recuperare subito palla e alimentare il contropiede. La linea alta della viola diventa un boomerang al 9′ quando Kjaer pesca Ibrahimovic alle spalle di un pigro Martinez Quarta e lo svedese non perdona Dragowski con il sinistro. I ragazzi di Prandelli non abbandonano il loro piano di gioco e anzi aumentano ancora di più la pressione, costringendo i rossoneri a numerosi errori in fase di costruzione. Da uno di questi nasce il fallo di Dalot su Castrovilli che Pulgar trasforma in gol trovando l’angolino alla destra di Donnarumma. La partita è aperta, godibile ed equilibrata: le squadre si scambiano anche due legni (palo di Pezzella con un tacco pregevole e traversa di Ibrahimovic su uno scavetto ad anticipare l’uscita del portiere) e fioccano le occasioni da gol da entrambe le parti.

Il secondo tempo si apre con il solito Milan distratto delle ultime versioni. Cross in mezzo, controllo di Vlahovic che serve Ribery che apre il piattone e trova il 2-1. Sono passati solo 5 minuti dall’inizio della frazione e il Diavolo vede i fantasmi ma paradossalmente il gol subito diventa la fortuna dei ragazzi di Pioli che si svegliano e iniziano a dominare il match. La tattica lascia spazio alla pura emozione e intensità. La stanchezza di entrambe apre spazi invitanti per gli attacchi. Il palo casuale di Ibrahimovic è il preludio del pareggio: spizzata di Kjaer da corner e tap-in di Diaz da due passi. La Fiorentina commette l’errore di sbilanciarsi ancora di più e da un contropiede nasce l’imbucata di Kessie che Calhanoglu trasforma nel vantaggio. Tomori annulla Vlahovic, gli ingressi di Callejon e Kouame non danno la scossa e il Milan trova 3 punti fondamentali per la corsa Champions.

IL TABELLINO DI FIORENTINA-MILAN:

FIORENTINA: Dragowski; Caceres, Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Eysseric, Pulgar, Castrovilli, Bonaventura; Ribery, Vlahovic. A disp.: Rosati, Terracciano, Barreca, Biraghi, Malcuit, Venuti, Montiel, Maxi Olivera, Borja Valero, Amrabat, Callejon, Kouame All.: Prandelli

MILAN: Donnarumma; Dalot, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Kessiè; Saelemaekers, Calhanoglu, Brahim Diaz; Ibrahimovic. A disp.: A. Donnarumma, Tatarusanu, Gabbia, Kalulu, Stanga, Bennacer, Castillejo, Hauge, Krunic, Meite, Tonin. All.: Pioli

MARCATORI: 9′ Ibrahimovic, 17′ Pulgar, 51′ Ribery, 57′ Diaz, 72′ Calhanoglu

Letture Consigliate