La dieta dell’astronauta: la Nasa ci consiglia come perdere peso in poco tempo



dieta astronauta

Dieta dell’astronauta: dalla Nasa ecco come perdere 10 kg in due settimane

Una nuova dieta molto particolare: quella dell’astronauta arriva dritta dallo spazio.

Ma quali origini ha questo tipo di alimentazione?

Si dice che la dieta dell’astronauta sia stata sviluppata dai nutrizionisti della Nasa per ottimizzare l’assunzione di nutrienti dal cibo e per eliminare i problemi di stomaco.
Questi nutrizionisti hanno sperimentato modi per ridurre la quantità di gas prodotto negli stomaci degli astronauti, poiché l’eccesso di gas nello spazio può sconvolgere il delicato equilibrio dell’atmosfera all’interno di una stazione spaziale.

I problemi gastrointestinali possono essere minimizzati scegliendo cibi che producono pochissimo gas poiché vengono scomposti nello stomaco.

Tuttavia, lungo la strada, la dieta è diventata popolare per un altro motivo: la perdita di  di peso!

Questo tipo di alimentazione dura tredici giorni; può essere ripetuta dopo due settimane dopo il  suo completamento e le sue regole base includono:

  • evitare grassi e zucchero
  • limitare i carboidrati
  • bere due litri di acqua ogni giorno
  • consumare circa 500 calorie al giorno.

Quindi niente olio da cucina, burro o margarina. Lo zucchero non significa solo evitare lo zucchero bianco, ma include anche cibi zuccherini come torte, biscotti e dolci.

Un po’ restrittiva come alimentazione, ma la sua durata include uno sforzo necessario iniziale che verrà poi sostituito con un mantenimento meno pesante.

Bisogna limitare anche il pane, il grano, le patate,i cereali; l’acqua è una parte fondamentale della dieta, poiché più acqua si beve, più si può ingannare il corpo nel pensare di non avere fame.

A causa del suo basso contenuto di calorie non è consigliabile seguire questa dieta per più di due settimane di seguito. Ma per la perdita di peso a breve termine è un ottimo modo per vedere i risultati molto rapidamente.

Cosa mangiare

La dieta dell’astronauta permette di mangiare carne, pesce, uova e verdure. È possibile mangiare verdure a volontà, questa sarà la chiave per tenere a bada la fame.

Riempire lo stomaco con verdure a foglia o verdure al vapore permetterà di sentirsi più pieni più a lungo.
Attenersi a questi consigli per i 13 giorni, prima di riprendere un normale regime alimentare.

 

Leggi anche