conte dpcm natale
immagine da pixabay

Atteso oggi alle 18 il discorso del premier Conte che annuncerà il nuovo DPCM Natale. L’ipotesi dell’Italia tutta rossa

A breve il premier Conte parlerà alla nazione per presentare il DPCM Natale che detterà le norme di comportamento degli italiai durante le feste natalizie. L’orientamento dell’esecutivo prevede la chiusura di bar e ristoranti per tutte le festività e misure più stringenti per Natale, Santo Stefano e Capodanno.

Potrebbe interessarti:

Sono ore decisive per la definizione delle misure di restrizione delle feste di Natale. Dal 24 dicembre al 6 gennaio l’Italia sarà zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e zona arancione nei giorni lavorativi, con coprifuoco anticipato alle ore 20. È questo l’orientamento che emerge dal vertice tra il premier Giuseppe Conte, i capidelegazione della maggioranza, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, durato oltre 4 ore. Ora è in corso il confronto con le Regioni e gli enti locali. Le regole dovranno essere contenute in un nuovo dpcm (o in un decreto legge) che dovrebbe essere discusso nel consiglio dei ministri delle 18: al momento però non vi è alcun riferimento nell’ordine del giorno di convocazione.

Vediamo nei dettagli cosa si potrà o non si potrà fare con l’attuazione del nuovo vertice.

DPCM Natale

Gli ultimi dati riguardanti la curva del contagio non sono confortanti e la decisione di mettere in campo restrizioni più stringenti per le feste natalizie sembrano l’unica soluzione possibile per evitare una terza ondata.

Nel periodo delle festività si potrà uscire dal territorio dei piccoli Comuni sotto i 5mila abitanti, entro un raggio di 30 chilometri. È la decisione che il governo ha comunicato alle Regioni. Non ci si potrà però muovere per andare nei Comuni capoluogo, anche se si trovano entro un raggio di 30 km.

Visite ai parenti

l governo prevede delle deroghe agli spostamenti per fare visita ai parenti nel nuovo DPCM Natale. Inoltre, nei giorni di zona arancione, il coprifuoco sarà anticipato alle 20. Ecco invece quali sono le regole generali che dovremo rispettare durante le vacanze natalizie:


Zona rossa: vengono applicate le misure più restrittive. L’uscita di casa va motivata, sono chiusi bar, ristoranti, negozi. Torna l’autocertificazione anche per gli spostamenti all’interno di una città. E’ vietato entrare o uscire dalla Regione.


Zona arancione: I ristoranti e bar restano chiusi per tutta la giornata. I negozi restano aperti. La circolazione all’interno di una città è permessa ma non si può uscire dal Comune. E’ vietato entrare o uscire dalla Regione.

Letture Consigliate