E-Tourism: a Napoli 10 “eccellenze” italiane per la svolta digitale



E-Tourism

Al primo Accelerathon 2018 di FactorYmpresa Turismo, sono stati presentati progetti innovativi per l’E-Tourism. 10 milioni di € il budget iniziale per realizzare la propria start-up

Dal braccialetto innovativo con servizi turistici integrati e audioguide alla piattaforma web che fa incontrare domanda e offerta di viaggiatori e host con camere libere. Sono solo due delle idee presentate all’Accelerathon 2018 di Napoli, congresso dedicato all’e-tourism.

La manifestazione ha come obiettivo quello di rendere una qualità migliore e innovare l’e-tourism italiano. Accelerathon è stato promosso dal Ministero dei Beni Culturali e gestito da Invitalia. Smart city, mobilità e accoglienza sono stati tra i temi principali sviluppati durante la manifestazione.

Ecco le dieci start-up vincitrici, che si sono aggiudicate 10.000 € da utilizzare per avviare il proprio business:

  • TBoxChain – Basilicata: un sistema di certificazione delle recensioni online strutturato su tecnologia blockchain.
  • Busrapido – Lazio: il primo sito di prenotazioni in Italia per il noleggio di autobus con conducente.
  • Edgar Smart Concierge – Sardegna: un servizio di prenotazione digitale che permette ad ogni host (alberghi, campeggi, B&B) di personalizzare la propria app attraverso la quale assistere al meglio i propri clienti.
  • Tueke.com – Lombardia: I viaggiatori inseriscono destinazione, prezzo e tipologia di alloggio desiderato e lasciano che siano le strutture a competere per aggiudicarsi la loro presenza.
  • Deed Passepartout Tourism – Piemonte: Un wearable innovativo per rendere le zone turistiche più efficienti.
  • Evway – Lombardia: Una piattaforma a supporto degli ev-Drivers, in grado di mappare tutte le stazioni di ricarica in Italia e in Europa.
  • WellCome Italia – Emilia-Romagna: Permette di prenotare visite guidate all’interno delle grandi imprese del Made in Italy e fare esperienze al loro interno.
  • Kishare – Veneto: Sconosciuti provenienti da tutto il mondo possono mettersi in contatto per un servizio qualsiasi all’interno del comune di Venezia.
  • Keesy – Toscana: Il primo servizio di check-in e check-out completamente automatizzato per gli affitti brevi.
  • Vento d’Italia – Lazio: Propone la prima guida interattiva digitale che racconta il patrimonio culturale ai turisti cinesi tramite WeChat.

Leggi anche