Esame avvocato TFA Sostegno
immagine da pixabay

La Ministra firma il decreto che fissa la data di inizio delle prove dell’Esame di Stato per l’abilitazione professionale alla professione

Via libera all’Esame di Stato per l’abilitazione professionale alla professione forense del 2021. La Ministra della Giustizia Marta Cartabia ha firmato il decreto che fissa al 20 Maggio la data d’inizio delle prove. Nominati anche 1500 membri delle sottocommissioni esaminatrici, scelti tra avvocati, magistrati e docenti universitari. “È stato un grande sforzo collettivo e bellissimo esempio di unità, nell’interesse dei nostri giovani.” commenta la Ministra, che augura buon lavoro ai circa 26mila candidati.

Potrebbe interessarti:

L’Esame prevede una doppia prova orale

I candidati che intendono diventare avvocati dovranno superare due prove orali. Una avverrà da remoto e l’altra in presenza davanti alla commissione. Questa modalità particolare dovrebbe valere solo per il 2021, in risposta alla situazione pandemica. Si permetterà così ai tanti aspiranti di poter sostenere l’Esame di Stato in tutta sicurezza. Il CTS aveva detto no alle prove scritte da sostenersi a metà Aprile: troppo rischioso. E così le prove scritte sono state eliminate, optando per due prove orali.

La prima prova durerà 1 ora: 30 minuti per l’esame del caso proposto, con possibilità di consultare i codici commentati, e altri 30 minuti per la discussione. Le prove verteranno su quesiti di natura civile, penale e amministrativa. Le sottocommissioni predisporranno tre quesiti sulla materia scelta dal candidato e ogni quesito sarà contenuto in una busta chiusa e numerata. Il candidato sceglie la busta e il presidente della commissione leggerà il quesito. Potranno accedere alla seconda prova solo i candidati che avranno totalizzato almeno 18 punti.

Seconda prova

La seconda prova dell’esame di Stato durerà dai 45 ai 60 minuti e prevede una discussione su 5 materie scelte dal candidato nonché sulla dimostrazione della conoscenza del diritto forense e sui diritti e doveri degli avvocati. In tutto sono 6 materie e si intende superata la prova che abbia totalizzato almeno 108 punti e non meno di 18 in una delle 5 materie scelte dal candidato. In caso di positività, quarantena o isolamento fiduciario, il candidato potrà chiedere di fissare una nuova data, mediante apposita comunicazione. La prova dovrà essere sostenuta entro 10 giorni dalla cessazione dell’impedimento.

Letture Consigliate