Euro 2016, è super Griezmann: Francia avanti in rimonta



L’attaccante dell’Atletico Madrid regala il passaggio ai quarti di finale alla sua nazionale, grazie ad una doppietta nel giro di cinque minuti. Per l’Irlanda, subito in vantaggio a causa di un calcio di rigore, a segno Robbie Brady

La prima gara odierna di questi ottavi di finale vede i padroni di casa della Francia affrontare l’Irlanda di Robbie Keane, in una sfida che vale la qualificazione ai quarti. Dopo un avvio non previsto, con il vantaggio lampo dei verdi, la compagine guidata da Didier Deschamps prende in mano il pallino del gioco e manifesta tutta la sua superiorità a livello tattico e sotto il profilo organizzativo. Al gol iniziale di Brady, risponde Griezmann con una splendida doppietta, un uno-due che arriva nello spazio di pochi minuti.

FRANCIA – IRLANDA 2-1    Deschamps ripropone gli stessi 11 che si erano visti nella gara inaugurale contro la Romania, rilanciando il tridente Payet-Griezmann-Giroud in avanti. Gli avversari ripropongono lo stesso schieramento che qualche giorno fa ha avuto la meglio sugli azzurri di Antonio Conte.

Griezmann, autore di una splendida doppietta.

La prima frazione di gioco comincia subito col botto. Non passano, infatti, neanche due minuti di gioco che l’arbitro Rizzoli fischia un fallo di Pogba ai danni della punta irlandese Long, all’interno dell’area di rigore transalpina; dal dischetto si presenta Robbie Brady, il castigatore dell’Italia, che non sbaglia, spiazzando Lloris e portando in vantaggio i suoi a sorpresa. La Francia prova subito a reagire, collezionando calci d’angolo e punizioni da zone interessanti. La difesa di O’Neill non rischia quasi nulla, amministrando con estrema tranquillità il risultato; gli unici pericoli portati alla porta dei verdi arrivano in seguito ad alcune conclusioni dalla distanza con Pogba o Payet, ma l’estremo difensore Rashford blocca agevolmente.

L’Irlanda avrebbe anche l’opportunità per raddoppiare, ma Lloris è attento a deviare con la punta delle dita una insidiosa girata al volo di Murphy, Soltanto nel finale di tempo, i padroni di casa si fanno realmente pericolosi ma, né Payet prima, né Griezmann poi riescono ad inquadrare lo specchio della porta. Il primo tempo non regala altre occasioni, si va al riposo sul punteggio di 0-1 in favore degli irlandesi.

Il secondo tempo mostra una Francia diversa rispetto a quella vista nel primo, una squadra più determinata e aggressiva. I Blues presentano subito una novità, con Coman che rileva uno spento Kante, e la squadra di Deschamps passa dal 4-3-3 ad un 4-2-3-1 con Matuidi e Pogba a fare da collante tra difesa e trequarti. Padroni di casa che cominciano col piglio giusto, sfiorando il pareggio con Koscielny, il quele non inquadra la porta.

Gli irlandesi si fanno pericolosi poco dopo ma Lloris sventa la minaccia e salva il risultato; da qui in poi solo Francia, che prende d’assedio la retroguardia avversaria. I Blues continuano ad attaccare e a premere sull’acceleratore, andando vicinissimi alla realizzazione con Matuidi, il quale costringe Randolph alla deviazione in corner. Al 58′ però i francesi trovano il tanto ricercato gol, che arriva grazie ad una incornata vincente di Griezmann, ottimo nei tempi di inserimento senza palla e bravo a raccogliere il preciso cross di Sagna dalla destra e ad effettuare una torsione degna di un vero bomber d’area di rigore.

Ma non finisce qui, perchè dopo tre minuti la Francia completa la rimonta e, neanche a dirlo, l’autore del 2-1 è ancora il gioiello del’Atletico Madrid; l’esterno d’attacco di Deschamps, dopo essersi smarcato benissimo grazie ad una sponda di Giroud, si presenta da solo di fronte a Randolph e lo fulmina, portando la sua nazionale in vantaggio. A questo punto, la Francia avrebbe l’opportunità di portarsi addirittura sul 3-1, ma spreca tanto e non riesce a chiudere la gara.

Al 66′ ancora Griezmann protagonista. Il difensore irlandese Duffy è costretto al fallo da ultimo uomo, proprio sulla punta transalpina, e alla conseguente espulsione. I verdi restano in inferiorità numerica ma sono in grado di resistere alle micidiali azioni da gol degli avversari, anche grazie al buon lavoro svolto da Randolph, il quale è bravo a negare la rete a Matuidi e ancora a Griezmann. Nel finale Gignac, subentrato a Giroud, va due volte vicino alla realizzazione, prima fermato solo dalla traversa, poi con una deviazione che esce di poco.

Non accade più nulla, la Francia approda ai quarti, dove affronterà la vincente tra Inghilterra e Islanda, in programma domani sera alle ore 21. I ragazzi di O’Neill, dopo il terzo posto nel girone e l’ottima prestazione con l’Italia, hanno dimostrato di essere in crescita e di avere buoni margini di miglioramento nei prossimi anni.

Rami e Kante, diffidati ed ammoniti quest oggi, salteranno la prossima partita.

Tabellino gara

Francia (4-3-3): Lloris, Sagna, Rami, Koscielny, Evra, Matuidi, Kante (Coman (Sissoko)), Pogba,Griezmann, Payet, Giroud (Gignac).

Irlanda (4-4-2): Randolph, Coleman, Duffy, Ward, Keogh, Hendrick, McClean (O’Shea), McCarthy (Hoolahan), Brady, Murphy (Walters), Long.

Arbitro: Nicola Rizzoli (Italia).

Stadio: Parc Olympique Lyonnais (Lione).

Ammoniti: Coleman, Hendrick, Long (Irlanda) – Rami, Kante (Francia).

Espulsi: Duffy (Irlanda).

Qui di seguito la cronaca di Croazia-Portogallo e Galles-Nord Irlanda.

Leggi anche