9 Agosto 2018 - 20:00

Europa League, Atalanta avanti tutta: poker rifilato all’Hapoel Haifa

atalanta

L’Atalanta va sotto in Israele ma poi segna 4 gol e ipoteca il passaggio del turno nel preliminare di EL: prima gioia per Duvan Zapata e Mario Pasalic

L’Atalanta c’è e mette in cassaforte il pass per il playoff decisivo per l’accesso in Europa League. Nel caldo d’Israele, gli orobici vincono 4-1 contro l’Hapoel Haifa e posso essere soddisfatti della prova.

Anche se i ragazzi di Gasperini erano andati sotto al 7′ del primo tempo. Su un calcio di punizione di Tamas, sbuca Buzaglo che fulmina Gollini (oggi in campo al posto di Berisha). Lo svantaggio è subito colmato da Hans Hateboer che al 18′ mette i conti in parità, approfittando di uno svarione difensivo.

In tre minuti, la Dea ribalta e arriva il timbro di Duvan Zapata, alla prima gara da titolare. L’ex-Samp, servito ottimamente da Toloi, sfugge a Tamas e fulmina il portiere avversario. Un minuto prima c’era stato l’incrocio dei pali colpito da Freuler.

Nella ripresa, dopo innumerevoli tentativi, arriva anche il tris e a segnarlo è l’altro neo-acquisto, Mario Pasalic. Il centrocampista (entrato da pochi minuti al posto di Pessina) sbuca in area di rigore e batte da pochi passi Sektus.

Nel finale, arriva anche il poker ad opera di Musa Barrow: in contropiede, il 99 (anch’egli entrato nella ripresa) viene servito da Pasalic e chiude praticamente il discorso qualificazione. Al 92′ potrebbe arrivare anche la cinquina ma il giovane attaccante se la divora.

Ma va bene così: l’Atalanta batte 4-1 l’Hapoel e tra 7 giorni dovrebbe soltanto una formalità il passaggio del turno. Ma guai ad abbassare completamente la guardia: Sarajevo insegna.