Festa della donna
immagine da pixabay

In tutto il mondo oggi si celebra la Festa della donna. Ma perchè la ricorrenza cade proprio l’8 marzo e come nasce questa festività?

Oggi lunedì 8 marzo il mondo celebra la giornata internazionale della donna, ovvero la Festa della donna. Un momento per ricordare secoli di conquiste e rivendicazioni sociali, lotte ideologiche, politiche ed economiche portate avanti dal genere femminile. Ma come nasce questa ricorrenza?

Potrebbe interessarti:

Le origini della Festa della donna


La più diffusa leggenda fa risalire l’origine della Festa della donna ad un omaggio alle operaie vittime di una strage avvenuta nel 1908. Una tragedia avvenuta all’interno della fabbrica di abbigliamento Cottons, a New York, dove un incendio avrebbe provocato la morte di 129 donne. Una storia tanto triste, quanto priva di fondamento.

Ad oggi non risulta alcun materiale documentaristico che possa testimoniare l’avvenuto episodio. Potrebbe quindi trattarsi di una leggenda, piuttosto che di una cronaca. La leggenda della Cottons compare per la prima volta il 7 marzo del 1952 sul settimanale bolognese La lotta.

Tuttavia un incendio analogo si attesta attorno al 1911 sempre a New York. Il 25 marzo di quell’anno le fiamme divamparono all’interno della Triangle Shirt Waist Company di Manhattan, uccidendo 146 lavoratori, di cui giovani donne dai 13 ai 22 anni. Episodio interessante non solo per la chiave cronista, ma anche per la storia di denuncia sociale: l’azienda, produceva infatti camicette da donna e sfruttava e sottopagava le operaie.

Ma perchè proprio l’8 marzo? Sembra che l’idea di istituire una Giornata internazionale della donna sia dovuta all’iniziativa del Partito socialista americano. Una proposta natanel 1909 e poi accolta nel 1910, dalla politica tedesca Clara Zetkin. Zetkin ha dedicato tutta la sua vita alla battaglia per l’emancipazione femminile.

Da allora in poi i singoli Paesi scelsero giorni diversi per la celebrazione della Giornata. Fino al 1921, quando a Mosca, in occasione della Seconda conferenza delle donne comuniste, l’assemblea decise di rendere istituzionale la data dell’8 marzo come Giornata internazionale dell’operaia. Successivamente Il 16 dicembre 1977, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, invitò gli Stati membri a dichiarare un giorno all’anno «Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale».

Letture Consigliate