Finale Scudetto, prova di forza Sassari: è 1-1

sito ufficiale Dinamo Sassari

Finale Scudetto, la Dinamo Sassari reagisce dopo la sconfitta di gara 1 e pareggia i conti nella serie con una partita dominata

Finale Scudetto, serie equilibrata come da pronostico e in perfetta parità dopo la vittoria di gara 2 della Dinamo Sassari sulla Reyer Venezia. La squadra di Pozzecco reagisce subito dopo la sconfitta di gara 1 che aveva interrotto una striscia di 22 vittorie consecutive mentre la Reyer sembra accusare la stanchezza e si arrende in una gara anonima passata all’inseguimento. Sassari ha ora il vantaggio del fattore campo e, con gara 3 e 4 in Sardegna, potrà mettere la freccia contando anche sul sostegno dei propri tifosi.

La partita

Sassari attacca e domina già dalla palla a due e con una grande presenza e fisicità al ferro piazza il primo allungo già nel primo quarto. Tra i lagunari si salva il solo Daye, unico a finire la partita in doppia cifra con 20 punti realizzati. La Reyer regge con orgoglio in difesa ma in attacco è sterile e alla lunga Sassari riesce a piazzare i colpi decisivi. Per i sardi, in grande spolvero Smith (19 punti), Cooley (16 punti) e l’atteso ex McGee (14 punti). Per la Reyer ora la situazione si complica, con due gare in trasferta su un campo difficile e con una tifoseria ostile molto caldo. Per Sassari invece all’orizzonte c’è una grande opportunità per fare la storia.