Fontana del Nettuno, al via il count down per l’inaugurazione a Bologna



Fontana del Nettuno

A breve la Fontana del Nettuno verrà riaperta di nuovo al pubblico, dopo una sostanziosa opera di restauro, nell’omonima piazza a Bologna. La storia e le leggende di questa icona della città

La celebre Fontana del Nettuno, il potente dio del Mare, con il suo tridente, i putti, che rappresentano i principali fiumi della Terra e le nereidi, sarà presto inaugurata a Bologna, dopo una grande opera di restauro. 

Il temibile Nettuno

Si tratta di una statua faraonica alta 3 metri e pesante 22 quintali che troneggia nella piazza omonima del capoluogo emiliano ed divenuta ormai un’icona della tradizione popolare. Si narra infatti che lavandaie ed ortolani vi si recassero, nonostante rischiassero delle ammende, oppure che, essendo considerato protettore degli studenti, questi vi dovessero fare due giri in senso antiorario intorno alla base, in concomitanza di un esame.

L’opera di restauro

La sua rimessa a nuovo consisteva nella cancellazione dei danni provocati dall’erosione, che aveva aggredito il bronzo ed il marmo, poi ci si è occupati dell’impianto idraulico ed infine sono stati risolti anche problemi di staticità. 

Curiosità

Pare che il suo creatore, Jean De Boulogne, abbia giocato un piccolo scherzo ai futuri osservatori: posizionandosi in una determinata angolazione, infatti, è possibile osservare una goliardica illusione ottica, giudicata a quel tempo scandalosa. 

 

 

Leggi anche