Red bull, formula 1
Pixabay

Dubbi sulla regolarità della monoposto di Max Verstappen: dal 27 giugno la FIA introdurrà nuovi test nei Gran Premi di Formula 1

Dopo i dubbi avanzati da Toto Wolff e Lewis Hamilton, la FIA vuole vederci chiaro: la questione Red Bull rischia di diventare un caso all’interno del Circus Formula 1.

Potrebbe interessarti:

Sul banco degli imputati la RB16-B di Max Verstappen, dotata di ali posteriori che ad alte velocità sembrano flettersi in maniera punibile dal regolamento.

La normativa di Formula 1, infatti, prevede che le monoposto non possano avere parti di carrozzeria adibite a piegamenti né di un grado in orizzontale, né di tre millimetri in verticale, in caso di applicazione di determinate forze.

Secondo Christian Horner del team Red Bull, la monoposto di Verstappen rispetterebbe tutti i parametri, avendo superato tutti i testi di pullback richiesti dalla Federazione internazionale.

A partire dal 27 giugno, in occasione del Gran premio al Paul Ricard di Le Castellet, verranno introdotti nuovi test su tutte le 20 monoposto in gara: una scelta volta a individuare eventuali “furbi” nel circuito.

Norme invariate, invece, per le prossime gare di Montecarlo, Baku e Turchia.

Letture Consigliate