coronavirus ozono terapia Brescia
immagine da pixabay

Eitan, unico sopravvissuto alla caduta della Funivia Stresa Mottarone, si è risvegliato al fianco della zia Aya, sorella del padre morto

Il piccolo Eitan di 5 anni, unico sopravvissuto alla tragedia della Funivia Stresa Mottarone, è stato estubato e finalmente ha riaperto gli occhi. Al risveglio del bambino, oltre agli anestesisti e agli psicologi dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, c’era la zia Aya, sorella del padre morto con la madre e il fratellino di due anni nella cabina della funivia precipitata. La prognosi resta riservata e si attendono le prossime ore per completare il risveglio.

Potrebbe interessarti:

“Il risveglio sta proseguendo ed è stato estubato – dice il direttore della Città della Salute di Torino, Giovanni La Valle –. Per un momento il piccolo Eitan ha ripreso conoscenza. Questa è una fase molto delicata – dicono i sanitari del reparto di Rianimazione diretto da Giorgio Ivani –. La notte è passata tranquilla e conferma la stabilità clinica del bambino nonostante le condizioni critiche. Il fatto che siamo riusciti a estubarlo è un fatto positivo”.

Nei confronti dei tre fermati, per i quali la procura di Verbania chiederà nelle prossime ore la convalida del fermo e la misura cautelare, è stato raccolto quello che il procuratore Olimpia Bossi definisce un quadro fortemente indiziario. L’analisi dei reperti ha infatti permesso di accertare che la cabina precipitata presentava il sistema di emergenza dei freni manomesso.

Letture Consigliate