Ghali: Zingarello, mappa cifrata della sua vita milanese



Ghali Zingarello
Immagine da profilo Instagram di Ghali

Zingarello di Ghali è un brano che parla di quartieri, di sogni in grado di tenere svegli, di linee di autobus e di serate poco sobrie

Siamo stati a New York in studio qualche giorno”, è l’annuncio di Ghali su Instagram che anticipa il debutto di Zingarello, fuori dal 25 maggio scorso. Siamo di fronte ad una piccola rivoluzione: il singolo è prodotto con Sick Luke, beatmaker della Dark Polo Gang.

L’artista dal dna tunisino decide di rinunciare allo storico collaboratore Charlie Charles, avvicinandosi alla crew trap del momento. Il risultato è una bombaZingarello è una mappa cifrata della vita milanese del cantante. Stasera, primo novembre, ascolteremo il singolo nel live di X Factor, eseguito dal concorrente Emanuele Bertelli.

I riferimenti alla quotidianità

Son Baggio Zingarello“, canta Ghali con fierezza. Baggio è il quartiere milanese nel quale ha trascorso una fetta importante della sua vita. Ma i riferimenti alla quotidianità non finiscono qui, sono disseminati con stile nel testo: L’immagine surreale, quasi allucinata, che prende corpo in “Quando vedo la mia faccia sopra il Duomo“, è seguita da quella più concreta, riassunta in “Sto sulla 91“, linea di autobus del capoluogo lombardo.

Geniale anche la metafora “Torre di Pisa: sto storto e non cado“, che probabilmente allude al suo livello precario di equilibrio nelle serate alcoliche della City. Oppure, secondo un’analisi più profonda, alla sua tempra morale durante i momenti di difficoltà.

I sogni che lo tengono sveglio

Sebbene il successo l’abbia travolto, il rapper ha i piedi ben piantati a terra: “Ho i sogni che mi tengono sveglio“, “I soldi non avranno la meglio“, “Prima di fare i soldi, noi abbiamo fatto i sogni“. Il giorno del suo venticinquesimo compleanno, nel marasma degli auguri, dichiara: “Vi auguro il meglio ma non di diventare famosi“.

Testo di Zingarello

[Intro e Producer Tag] Ehi, ehi ehi ehi, sa, eh, aye
Non mi sento tanto bene, non mi sente tanto bene bro
Sick Luke, Sick Luke

[Ritornello] Come stai? (STO)
Non può andare meglio, yeah
Anche se questi mi augurano il peggio, yeah yeah
Ho i sogni che mi tengono sveglio, yeah
Mamma mi diceva: “Ti mando in collegio”, yeah yeah
I soldi non avranno la meglio
Te lo spiego in disegno
The book is on the table, yeah (shh)
Non farmi il lavaggio del cervello
Son Baggio zingarello
Facciam braccio di ferro, yeah (uuh)

[Strofa 1] Fai da te
Se la fortuna è mai da te
No problema, dai vabbè
Non piangere, a te
Guai a te
Muori ora che perdi like (ahi)
Tra un’ora affondo ‘sto airlines
Sei fuorigioco, sei offside, yeah, ehi
Torre di Pisa so storto e non cado
Quest’intervista sembra un terzo grado
Aspiro e spiro zucchero filato
Tu perdi tempo orologio bucato
Scemo so sveglio dal coma, ehi
Come la mettiamo ora, uoo
Tunisino nuova icona, ehi
Mai rubato bici in zona
Sto sulla 91
Sembra Need for Speed (ehi ehi)
Non mi fido di nessuno (uo)
Perché qua niente è free
Sogni andati in fumo
E in tasca ho 4 g
Non ti mando a fanculo
[Ritornello]

[Strofa 2] Vado a lavoro con calma
Poi torno a casa di fretta
Qui sto fumando una palma
Alfa, beta, gamma, delta
Ma prima di fare i soldi
Noi abbiamo fatto i sogni
Tu che nei video li lanci mi immagino dopo mentre li raccogli a 90 ahahah (ahah)
Manco la mostro che tutti mi dicono falla (f-f-f-f-falla)
Faccio un tiro e ti mando a casa prima che mi salga, ehi
Ne faccio su una, Samir ne fa un’altra
Spengo sulla tua coda di paglia
Cadi se sventolo la tovaglia
Uuh, ehi, oh no
Quando vedo la mia faccia sopra il duomo
Quando entra la mia squadra è Grifondoro
[Ritornello]

Leggi anche