Google ricorda la nascita di Ludwig van Beethoven



Google festeggia la nascita di Beethoven con un doddle
245 anni fa la nascita del talento austriaco, riferimento della musica occidentale.

245 anni fa nasceva il genio tedesco, Ludwig van Beethoven, riferimento nevralgico della musica occidentale. Google celebra la sua nascita con un doddle

Nacque a Bonn il 16 o 17 dicembre 1770, da una famiglia di antica tradizione musicale, avviato dal padre, tenore della cappella di corte, allo studio del pianoforte a soli 5 anni, ed educato secondo rigidi precetti, è all’unanimità ricordato come l’ultimo esponente del classicismo viennese.

Si trasferì a Vienna a 22 anni, in quanto capitale della musica Europea, dove concluse la sua formazione ed ebbe inizio il suo mito.

Google festeggia la nascita di Beethoven con un doddleProprio nella capitale austriaca, nel 1787, incontra Mozart, suo riferimento, e quest’ultimo riconobbe immediatamente una particolare predisposizione musicale.

Bambino introverso e solitario, uomo irascibile, misantropo, colleroso, scapolo e dissipato. Una vita colma di affezioni, culminati nella perdita dell’udito a soli 30 anni, che lo isolò completamente. Continuò però a comporre, sino alla sua morte, avvenuta il 26 marzo 1827.

Dal suo sensibilissimo talento sono venuti al mondo splendori musicali indiscussi e indimenticabili. Per Elisa, Al Chiaro di Luna, Appassionata le sonate più note, e le nove sinfonie, tra cui quell’Inno alla Gioia divenuto inno dell’Europa. Uomo emancipato, illuminista e fedele alla ragione umana, con lui la Sinfonia diviene la composizione musicale per eccellenza, veicolo delle umane sofferenze.

Ad un suo discepolo disse «Quel che ho nel cuore deve venire fuori e così lo scrivo».

Buon 245°compleanno, mister Ludwig.

Leggi anche