halloween
immagine da pixabay

Halloween, cosa c’è da sapere sulla notte del 31 ottobre?  Leggende, tradizioni e miti che hanno reso la festività autunnale così famosa

Il 31 ottobre ormai in tutto il mondo si festeggia Halloween, la festa americana infatti è riuscita a conquistare tutte le culture. Oggi infatti nel mese di ottobre vediamo le vetrine dei negozi che straripano di addobbi per la festività autunnale. In Italia non possiamo parlare di semplice importazione, in quanto la notte del 31 ottobre si è sempre festeggiata. I nostri nonni infatti la ricorderanno con il nome di “Vgillja di Sant“.

Potrebbe interessarti:

L’elemento che collega la “Notte dei santi” ad Halloween è la zucca. L’etnologo Gilberto Oneto riporta che negli anni ’50 la tradizione di intagliare la zucca era già radicata in Padania. Attorno alla zucca intagliata la tradizione americana ha poi costruito una delle leggende più famose, quella di Jack ‘o lantern. Il fabbro irlandese condannato a vagare nell’oscurità con la sua lanterna è diventato il simbolo di questa festività.

Però la festività più antica da cui Halloween sarebbe nato sembrerebbe per molti essere Samhain. Tradizione nata in Irlanda proprio alla fine di ottobre. Era in questo periodo infatti che gli irlandesi festeggiavano la fine dell’estate. Una fine dell’estate che  coincideva con la fine dell’anno perché, secondo il calendario celtico in uso 2.000 anni fa tra i popoli dell’Inghilterra, dell’Irlanda e della Francia settentrionale, l’anno nuovo cominciava proprio il 31 ottobre.

Letture Consigliate