How to get away with murder 2 – Analisi e Curiosità



How to get away with murder continua ad appassionare con una nuova stagione sempre più psicologicamente terrificante, chi è realmente Wes? Il passato non è poi così tanto “passato”

NARRAZIONE

[dropcap]Q[/dropcap]uando si parla del binomio Peter Nowalk e Shonda Rimes la dinamicità e l’elemento sorpresa risultano essere una costante. Suspence, colpi di scena, parole mai scontate, sangue, intrecci ben studiati, sesso, colpi di pistola e casi giudiziari tratteggiano il carattere principale dei personaggi di questa seconda stagione. Come sempre i toni delle prime 9 puntate sono stati cupi e psicologicamente terrificanti, dalla puntata 10 alla 15 ci si è lasciati andare alla commiserazione della povera Annalise, non più vista come avvocato tanto temuto e rispettato, ma come “mamma mancata” che con qualche bicchierino in più fa i conti su un passato orribile e duro da ricordare, per fortuna ci siamo “consolati” scoprendo qualcosa di più sul passato del cucciolo, Wes (o meglio, Christophe!).

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]
FOTOGRAFIA[dropcap]C[/dropcap]olori cupi e notturni dei flash-back della prima parte (puntate 1-9) lasciano spazio a colori più caldi e distesi della seconda parte (puntate 10-15) in modo da sottolineare come il mid-season “shocking” finale abbia determinato un cambiamento importante e definitivo nei toni della serie. In HTGAWM il colore rosso è il colore dominante e il più pericoloso poichè è il colore del sangue, metafora di omicidi, ed è dal sangue che i personaggi scappano e tentano di ripulirsi.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

Regia[dropcap]I[/dropcap]n HTGAWM nulla deve sfuggire, l’attenzione ai dettagli è fondamentale così come le inquadrature. I primi piani ci hanno fatto innamorare dei volti così pieni di contraddizioni dei personaggi e i How to get away with murder 2 - Analisi e Curiositàmovimenti di macchina conducono per mano lo spettatore verso rivelazioni e sorprese inaspettate. L’inquadratura più ricorrente e iconica è quella del salotto di Annalise, una vera e propria agorà dove i ragazzi studiano, discutono, dormono e risolvono casi. Quell’inquadratura, molto spesso ricorrente, potrebbe essere identificata come una vera cornice che racchiude le vite dei singoli personaggi sempre intenti a salvarsi la pelle.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

Colonna-Sonora

[dropcap]I[/dropcap] nomi che compongono la soundtrack della serie includono grandi artisti a partire da IAMX e a finire con i OneRepublic. Il tocco di classe della seconda stagione è la colonna sonora, una musica elettrizzante anima le scene e le intinge di pathos e ritmo.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

PERSONAGGIO

 

[dropcap]N[dropcap]on esisterebbe il mondo di HTGWM senza lei, l’avvocato di colore dalla lingua biforcuta e dall’animo ferito interpretata da una brillante Viola Davis. In fondo Annalise è una persona divertente, sarebbe anche piacevole passare del tempo con lei, ma il suo problema è che dice sempre quello che pensa. Annalise è una figura ambigua (professionalmente e sessualmente parlando) che riesce ad appassionare chiunque, nonostante problemi personali e cadute psicologiche risulta essere una persona affidabile, egoista, amorevole, bugiarda, molto determinata e profondamente delusa. Annalise, nonostante la sua vita privata, protegge i suoi cinque studenti qualunque cosa accada e gli permette di crescere. Insomma, Anna Mae è la mamma perfetta per cinque figli!

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

Curiosità

[dropcap]E[dropcap]‘ ufficiale: la serie è stata rinnovata per una terza stagione e Conrad Ricamora è stato promosso a regular nella terza stagione, rivedremo quindi più spesso Oliver!

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

[taq_review]

Leggi anche