Ilva, Di Maio cede allo sciopero dei lavoratori



M5S Crisi di governo Di Maio Zingaretti
Immagine da sito ufficiale Governo

Il ministro Luigi Di Maio ha convocato i lavoratori dell’ex Ilva, dopo un incidente mortale per un operaio. La protesta ad oltranza è stata bloccata

Dopo tantissimo tempo, la fine è arrivata. Lo sciopero ad oltranza per l’Ilva, effettuato dai sindacati FIM, FIOM e UILM nello stabilimento Arcelor Mittal, proclamato dopo l’incidente mortale costato la vita ad un operaio, ha ufficialmente ricevuto un blocco. Luigi Di Maio ha ufficialmente convocato i sindacati per una discussione il prossimo 15 Luglio. Tramite un comunicato, il ministro dello Sviluppo Economico ha dichiarato di voler trovare un accordo con sindacati e operai.

L’incontro ministeriale deve essere l’inizio di un percorso. Deve essere necessario a produrre delle scelte radicali e di cambiamento sui temi importanti quali la sicurezza e la salute dei lavoratori e dei cittadini. FIM, FIOM e UILM si stringono al dolore della famiglia di Cosimo, che purtroppo risulta ancora disperso, e andranno in fondo per far emergere le responsabilità su quanto accaduto nella giornata di ieri.” hanno dichiarato i sindacati, tramite un comunicato congiunto.

Intanto, prosegue ancora la ricerca nel porto di Taranto, senza successo, del 31enne Mimmo Massaro. Il gruista è precipitato in mare, dopo essere stato investito da una tempesta che ha spazzato la città. L’operaio era al lavoro sulla gru al molo polisettoriale in concessione ad Arcelor Mittal. Subito dopo l’accaduto davvero disdicevole, naturalmente, il ministro dello Sviluppo Economico ha ceduto e ha regalato il privilegio dello sciopero ai lavoratori.

Una vicenda che, però, almeno attualmente, sembra molto lontana dalla sua conclusione.

Leggi anche