22 Novembre 2017 - 00:47

Isis: ancora paura in Germania. Arrestati rifuguiati siriani pronti a colpire ancora

Isis: tornano nel mirino i mercatini di Natale

Isis: sono stati arrestati ieri 6 rifugiati siriani; erano pronti per un nuovo attentato in Germania e torna la paura nel Paese

In Germania torna la paura: sono stati infatti arrestati nella giornata di ieri 6 rifugiati, accusati di essere legati ad un cellula dell’Isis.

Erano pronti per un nuovo attacco.

I sei rifugiati si trovavano in città diverse al momento dell’arresto e stavano, a poco meno di un anno dall’attentato al mercatino di Natale a Berlino, organizzando un nuovo attentato con armi ed esplosivi.

L’operazione è stata eseguita da 500 poliziotti e con diversi raid tra le città di Hanover, Essen, Lispia e Kassel. Il mirino dei terroristi secondo quanto riportato dalle testate locali sarebbe anche questa volta un mercatino di Natale, quello della città di Essen.

Fortunatamente l’organizzazione dell’attentato non era stata ancora conclusa al momento del raid ma nonostante ciò la paura e l’allerta sono sempre più alte.

Poco meno di un anno fa infatti, il 19 dicembre 2016, un tunisino si lanciò sulla folla a bordo di un camion, nel tradizionale mercatino di Natale di Breitscheidplatz, nel quartiere di Charlottemburg a Berlino, uccidendo 12 persone, tra cui l’italiana Fabrizia Di Lorenzo e ferito molte altre.

I 6 rifugiati arrestati erano arrivati in Germania con identità false tra il 2014 e il 2015 (due come richiedenti asilo e due come rifugiati); hanno tutti un’età compresa tra i 20 e i 28 anni.

Durante il blitz sono stati perquisiti otto appartamenti e secondo le prime indagini i 6 arrestati sarebbero di nazionalità siriana.