Juve Stabia-Salernitana, derby in parità

Uncategorized Juve Stabia-Salernitana, derby in parità

Anche se Juve Stabia e Salernitana sono già certe di disputare i sedicesimi, hanno dato vita ad un bel derby. In tutta la gara hanno cercato la vittoria, ma alla fine è arrivato un pari per 1 a 1

Stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia, 19 aprile 2015, ore 15.00; Allievi Professionisti girone “F”: Juve Stabia 1 – Salernitana 1; il derby deciso con un goal per tempo al 36° pt Servillo per la Juve Stabia e al 20° st da Cassata per la Salernitana

- Advertisement -

Juve Stabia: Mascolo, Noto, Matano, Borrelli, Lombardi, Iengo, Servillo, Strianese,  Matassa, Mauro e Contieri. In panchina, con il tecnico: Borrelli, Rubino,  Sorrentino, Langella, Vanacore, Manna, Marenzi, Chirullo e Mottola.

Salernitana: Caparro, Imperiale, Alivernini, Cassata, Zaccariello, Acunzo, Trovè, Somma, Tardara, Pappalardo e Cuccio.  In panchina con il tecnico Luca Fusco: De Luca, Esposito, Libertino, Santaniello, Turco, Mercogliano, Caterino, Langella e Picaro.

- Advertisement -

Arbitro: Sig. Gianpiero Miele di Nola.

Assistenti: I Sig.ri  Giuseppe Maiorino  e Giovanni Scarpa della Sez. AIA di Nocera Inferiore (Sa).

Marcatori: al 36° 1t  Servillo (J.S.); al 20° 2t Cassata (Sa).

- Advertisement -

Primi minuti infernali per la Juve Stabia, che spinta dal suo tecnico esercita una pressione alta cercando di sorprendere una Salernitana, che ben messa in campo non si intimidisce. All’8°, infatti, la prima occasione pericolosa è proprio della Salernitana, che nella stessa azione impegna per ben due volte il portiere Mascolo.

Juve Stabia
Il portiere Mascolo uno dei migliori in campo – Juve Stabia

Il ritmo è alto e le azioni si susseguono in rapida sequenza. La Salenitana genera più azioni, ma la Juve Stabia è più pericolosa. Così al 26° il portiere Caparro, con un volo plastico, si rifugia in angolo su susseguente tiro da fuori di Matassa. Tra le proteste, l’arbitro non concede l’angolo, probabilmente perché la sua visuale era coperta da un calciatore. Al 32° Salernitana vicinissima al goal sugli sviluppi di un calcio da fermo dal limite. Sul pallone si porta Cassata, la sua battuta è forte ma si ferma sulla mischia venutasi a creare in area. Somma da distanza ravvicinata si trova la palla sui piedi e batte sicuro dove Mascolo si oppone con un eccellente riflesso. Passano solo pochi minuti, e su di un’azione manovrata dei padroni di casa, dal limite Servillo indovina l’angolo giusto per dare al 36° il vantaggio alla sua Juve Stabia. Il primo tempo si chiude così con il minimo vantaggio delle vespe.

Juve Stabia
Esultanza della Juve Stabia.

Nella ripresa, la Salernitana appare molto più determinata convincendosi di non poter perdere la gara. Già al 3° (2t) il n. 3 Alivernini si porta in avanti e manca di poco il pari, mandando fuori da susseguente punizione di Cassata che da destra a sinistra mette sul secondo palo dove era accorso il suo difensore. Passa solo qualche minuto, e Mascolo salva ancora su di una mischia a seguito di un angolo battuto dalla Salernitana. Al 20° il goal del pari per la Salernitana. Autore il n. 4 Cassata, che dal limite, dopo aver eluso la guardia del suo marcatore, mette là dove Mascolo non può arrivare.

Raggiunta la parità, mister Fusco inserisce forze fresche in campo e sollecita i suoi ad operare più sulle fasce. Ma il risultato non cambia nemmeno dopo i quattro minuti di recupero accordati dal Sig. Miele, che sancisce il risultato finale di: Juve Stabia 1 – Salernitana 1.

- Advertisement -
Avatar
Pasquale D'Aniellohttps://zon.it
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Covid-19

Italia
203,182
Totale di casi attivi
Updated on 25 October 2020 - 05:42 05:42