23 Dicembre 2017 - 21:38

Juventus-Roma finisce 1-0: decide il gol di Benatia.

juventus-roma

Il posticipo della diciottesima giornata vede il big match tra Juventus-Roma. Decide il gol del centrale marocchino. Per i giallorossi, traversa di Florenzi e clamoroso gol divorato da Schick al 93′

Allo Stadium, Juventus-Roma è la sfida tra il miglior attacco (44 reti) contro la miglior difesa (10). Allegri sfida Di Francesco per provare ad allontanare proprio la Roma e l’Inter, caduta contro il Sassuolo. Ancora in panchina Dybala: con Higuain, ci sono Cuadrado e Mandzukic, entrambi recuperati in extremis. Giallorossi con la formazione-tipo e con il tridente Perotti-Dzeko-El Shaarawy pronto a colpire.

I primi minuti di gara vedono la Roma propositva e con poca paura, con la Juve subito pronta a rispondere in contropiede. E da due azioni di rimessa, è decisivo Fazio a chiudere su Cuadrado e Higuain. Sulla chiusura ai danni del Pipita, nasce il corner che porta all’1-0 dei bianconeri. La difesa della Roma si addormenta e Chiellini e Benatia calciano tre volte. Prima Alisson compie due miracoli, poi il marocchino sigla il vantaggio. Il classico gol dell’ex per il difensore, al suo secondo centro stagionale.

La Roma sembra subire il colpo, ma all’improvviso arriva la prima grande occasione: Perotti scatta sul filo del fuorigioco e si invola verso Szczesny. Cross al centro dell’argentino per El Shaarawy, che arriva quasi cadendo ma indirizza la palla verso la porta ma è bravo il portiere polacco a salvare il risultato e a non farsi ingannare.

Il primo tempo, dopo la mezz’ora, va un po’ scemando con alcuni errori da ambo le parti e occasioni da gol latitano. Il primo tempo infatti, si chiude senza recupero e dice: Juventus-Roma 1-0.

Florenzi e Pjanic colpiscono due legni, Schick si divora il pari

La ripresa inizia in maniera blanda, sulla falsa riga degli ultimi 15′ di primo tempo. Tuttavia ci pensa Gonzalo Higuain a ravvivarlo, con due grandissime opportunità. Sulla prima, calcia altissimo davanti ad Alisson. La scena si ripete dieci minuti più tardi, ma questa volta dal limite dell’area. L’argentino spreca e la Roma resta in partita.

I giallorossi creano poco e DiFra inserisce forze fresche: Pellegrini e Schick. Con i due in campo, la squadra giallorossa torna più propositiva e all’improvviso sfiora il pari. Lancio di De Rossi, la difesa della Juve si addormenta e si inserisce Florenzi che colpisce il pallone. Il 24 è sfortunato, perché la sfera termina sulla traversa e non riesce a ribattere in porta.

La Roma ci crede, Di Francesco in primis: mette anche Under per De Rossi e tenta il tutto per tutto. La Juve si difende e riparte, ma rischia ancora. Su un cross dalla sinistra, è proprio il turco a colpire di testa ma è bravo Szczesny a mettere in corner. Poi ci prova Perotti ma calcia alto.

Nei 5 minuti di recupero, i bianconeri pareggiano il conto dei legni con l’altro ex, Miralem Pjanic. Il bosniaco, dopo una cavalcata solitaria in contropiede, scarica un siluro che si stampa sulla traversa. Decisiva la deviazione di Alisson sul tiro del numero 5 bianconero.

Ma al 93′ arriva l’occasione colossale per la Roma: Benatia sbaglia l’intervento e Schick si ritrova a tu per tu contro Szczesny. Il ceco però si fa ipnotizzare dal portiere, che interviene in maniera decisiva opponendosi con il ginocchio. E la partita finisce così: Juventus-Roma 1-0.

Vittoria fondamentale per i bianconeri, mentre la Roma si rammarica per la traversa di Florenzi e l’occasione colossale per Schick. La Juventus resta a -1 dal Napoli, mentre la Roma si ferma e resta quarta.