covid-19 variante indiana

10 ricercatori del Kenya Medical Research Institute (KEMRI) hanno scoperto una nuova variante del Covid-19 diversa da quella inglese e del sud Africa

Gli scienziati kenioti hanno lanciato un allarme su una nuova variante del Coronavirus che secondo loro differirebbe dalla quella inglese e del sud Africa.

Potrebbe interessarti:

Charles Agoti, uno dei principali ricercatori del Kenya Medical Research Institute (Kemri), afferma che la variante unica del Kenya è stata rilevata in un lotto di campioni prelevati dalla contea di Taita Taveta, situata nella parte sud-orientale del paese.

Tra giugno e ottobre dello scorso anno, l’Istituto keniota ha sequenziato circa 205 genomi nella regione costiera e ha ulteriormente identificato circa 16 mutazioni circolanti che finora si sono dimostrate innocue. Agoti sostiene anche che la variante in questa fase non avrà un impatto sull’efficacia dei nuovi vaccini contro il coronavirus.

Rudi Eggers, rappresentante dell’OMS in Kenya, afferma che le varianti attualmente sono motivo di preoccupazione in tutto il mondo e l’interrogativo fondamentale al quale la comunità scientifica è chiamata è rispondere è relativa all’efficacia dei vaccini.

“Per quanto ne sappiamo al momento i vaccini saranno ancora efficaci ma siamo agli inizi e dovremo fare ulteriori ricerche su questo, ma le prime indicazioni ritengono che i vaccini che sono generalmente disponibili contro questo virus continuano a resistere e sono ancora protettivi; ma è possibile che effettivamente ci sarà una diminuzione dell’efficacia del vaccino “, ha detto Eggers.

Letture Consigliate