28 Settembre 2022 - 16:30

Koopmeiners, l’Atalanta ha il suo Generale: l’analisi

Il Generale Koopmeiners si è definitivamente imposto nelle gerarchie dell'Atalanta. Analizziamo le caratteristiche e la sua storia personale

Koopmeiners Atalanta

La strepitosa crescita dell’Atalanta targata Gasperini passa dai piedi del suo Generale Teun Koopmeiners. Il centrocampista si è prepotentemente imposto nelle gerarchie del mister a suon di prestazioni, reti e tanta, tantissima personalità.

Koopmeiners: caratteristiche

Teun Koopmeiners è un centrocampista centrale che all’occorrenza può arretrare il proprio raggio d’azione per ricoprire il ruolo di mediano. Fa dello strapotere fisico e dell’intelligenza tattica le sue armi principali. Nell’ultima stagione di Serie A con la maglia dell’Atalanta ha anche notevolmente incrementato il proprio bottino realizzativo: sono già quattro le realizzazioni in sette partite di Serie A (eguagliato il record della scorsa stagione).

La carriera

Koopmeiners comincia a tirare i primi calci ad un pallone nelle giovanili dell’Az Alkmaar, squadra per la quale debutterà anche nella massima serie del campionato olandese nel 2017. Con le “Teste di Formaggio” segnerà, una volta passato in prima squadra, trentacinque reti in 116 partite, vincendo il titolo di Miglior calciatore della stagione 2020-2021 ed attirando su di sé gli occhi di mezza Europa. È proprio in questo contesto che si fa viva l’Atalanta che, alla disperata richiesta di un centrocampista e con un occhio sempre attento ai prospetti di livello del calcio europeo, si assicura le prestazioni dell’olandese per circa 24 milioni di euro.

Con i bergamaschi la partenza è in sordina, complice anche la differenza di livello tra l’Eredivisie e la Serie A. Pian piano, però, con il duro lavoro, l’abnegazione e la professionalità che l’hanno sempre contraddistinto, riesce ad imporsi anche in un palcoscenico di livello come quello italiano.