La FC Sorrento si presenta con il Napoli primavera



sorrento
Presentazione del SorrentoEvidenza

Amichevole presso lo Stadio Comunale Italia di Sorrento 29-agosto-2015 ore 20:00. 

FC Sorrento 4  – Napoli primavera 1. Fuochi d’artificio non solo nel risultato ma anche e sopratutto per la nuova squadra ed il nuovo staff della F.C. Sorrento Calcio

Ultimi calci di agosto per rodare le formazioni in vista dei rispettivi campionati. Il Napoli di mister Saurini si reca in penisola sorrentina  per un test importante e per ratificare il passaggio ormai avvenuto da tempo del classe 97 Agnello Ferraro, passato proprio dal Sorrento al Napoli. Per lui ben trenta presenze in “D”e quindi bagaglio di esperienza a disposizione del Napoli primavera che ha rinnovato quasi totalmente l’organico. Di fronte agli azzurri il Sorrento di mister Mario Turi che ormai sta vivendo altre esperienze dopo tre importanti stagioni vissute nella categoria primavera della Juve Stabia.

sorrento
Tribuna dello stadio Italia di Sorrento gremita di pubblico.

La gara,  svolta in un clima di gioia in concomitanza con la presentazione ufficiale della FC Sorrento ed in presenza di spalti totalmente gremiti, si è conclusa con il seguente risultato:  FC Sorrento 4 – Napoli 1. I marcatori della serata sono stati al 7° Negro, che ha portato in vantaggio il Napoli. Al 47° pareggia Vitale per i peninsulari e poi nella ripresa, complice anche il solito calo dei ragazzi di Saurini, Gargiulo (53°), Temponi (71°) e Fragiello (82° su rigore) fissano il risultato sul quattro a uno finale.

Sotto la direzione del Sig. Pasquale Mollo, coadiuvato dagli assistenti Cesarano e Schettino tutti della sezione AIA di Castellammare di Stabia, sono state schierate le seguenti formazioni:

FC SORRENTO: Napolitano, Micallo, Di Gregorio, De Rosa, Arpino, Scogniamiglio, Temponi, Esposito, Vitale, Scarpa  e  Gargiulo. A disposizione: Perrino, Cappelluccio, Serrapica, Maisto, Verdone, Di Donna, Izzo, Fragiello e Marino. Allenatore:Mario  Turi.

NAPOLI: Gionta, Palumbo, Schiavi, Ferraro, Granata, Donnarumma, Procida, De Simone G., Negro, De Simone F. e Carcatella. A disposizione: Ferrara, D’Ignazio, Otranto, Spavone, Nocerino, Cioffi, Farina, Selva, Luise e Di Manolo. Allenatore: Giampaolo Saurini.

Buona la direzione del Sig. arbitro Pasquale Mollo con i collaboratori  Cesarano e Schettino. Lui direttore in eccellenza, in occasione di questa amichevole ha diretto là dove arbitra un C.A.N. – Lega- Pro, confermando con la sua coerente conduzione di gara i giganteschi passi fatti dalla sezione AIA di Castellammare di Stabia (Na).

Il tecnico del Sorrento Mario Turi
Il tecnico del Sorrento Mario Turi.

A fine gara queste sono state le impressioni del tecnico del Sorrento Mario Turi: “Nel primo tempo siamo stati troppo nervosi! Questi ragazzi stanno eccessivamente sentendo le pressioni della piazza. Nonostante il risultato a noi favorevole, ho visto troppe giocate sbagliate e tantissimi errori nei passaggi. Sicuramente stiamo ancora in fase di preparazione e con le gambe pesanti. Inoltre ci sono da migliorare ancora fattori mentali che dovremo andare a superare per svolgere al meglio il futuro campionato che ci sottoporrà ad un durissimo esame.”

Leggi anche



Articolo precedenteAumento della desertificazione e migrazione sul pianeta
Prossimo articoloWes Craven, muore il regista di Nightmare
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...