Laporte
Fonte immagine: Twitter Laporte

Il difensore centrale del City Laporte ha ottenuto il passaporto spagnolo e potrà essere convocato da Luis Enrique per Euro2020

Dalla Francia alla Spagna solo andata, si spera. Questo potrebbe essere stato il pensiero di Aymeric Laporte prima di prendere la cittadinanza spagnola e dichiararsi eleggibile per le prossime convocazioni di Luis Enrique in vista dei prossimi europei.

Potrebbe interessarti:

Laporte, uno tra i difensori più costosi della storia del calcio, non è mai stato preso in considerazione dal ct francese Didier Deschamps tanto da non farlo mai debuttare con la maglia dei Blues. Sparito completamente dai radar della nazionale transalpina, l’ultima convocazione risale alle qualificazioni per i mondiali di Russia nel 2018, il difensore del City ha così deciso di sfruttare le sue origini basche per chiedere la cittadinanza spagnola e puntare a vestire la maglia della Roja ai prossimo Europei.

Una convocazione altamente probabile vista la carenza di alternative di Luis Enrique nel ruolo di difensore centrale. Alle spalle dell’eterno Sergio Ramos, infatti, non ci sono nomi di altissimo livello: Pau Torres, Eric Garcia e Iñigo Martinez sono le attuali alternative e l'”acquisto” di Laporte farebbe sicuramente piacere al tecnico spagnolo.

Nel City, dopo un ottimo inizio, ha perso il posto da titolare a discapito delle ottime prestazioni di Ruben Dias. Ciò nonostante resta un difensore di primissima fascia, forte fisicamente e discretamente veloce farebbe sicuramente la fortuna della Roja e rappresenterebbe un ottimo compagno di reparto per Ramos.

Ora si attende solo l’ok da parte della Fifa che dovrebbe arrivare entro la fine di questa settimana dopodiché la palla passera nelle mani, o meglio nella penna, dell’ex allenatore di Barcellona e Roma.

Letture Consigliate