La marea rossa ai piedi di Leclerc, il predestinato trionfa nel GP di Monza



twitter F1

Charles Leclerc vince il GP di Monza. Il “predestinato” guida la Ferrari al trionfo nella gara di casa, 9 anni dopo l’ultimo successo

La “marea rossa” ai piedi del suo Predestinato. Un sontuoso Charles Leclerc vince il GP di Monza e regala una giornata indimenticabile ai tifosi della Ferrari che hanno invaso d’amore per il Cavallino Rampante l’autodromo di Monza. Il podio è completato dalle due Mercedes di Bottas e Hamilton. Ennesima delusione per Sebastian Vettel che commette un errore nelle primi fasi del GP e chiude fuori dalla zona punti.

La Gara

Hamilton parte meglio di tutti dai blocchi di partenza ma Leclerc si difende bene sfruttando la potenza del nuovo motore Ferrari. Vettel parte male e viene sopravanzato da Hulkenberg ma il tedesco riesce subito a riprendersi la posizione sfruttando la scia nel rettilineo. Al giro 6 follia di Vettel che si gira in approccio alla Variante Ascari e rientra in modo pericoloso in pista causando un contatto con Stroll che lo costringe a rientrare ai box per un cambio d’ala. Per Seb inevitabile l’investigazione dei commissari e la conseguente penalità di 10 secondi con stop and go.

Hamilton marca stretto Leclerc ma il monegasco riesce a tenere il Campione del Mondo a più di un secondo, in modo da non permettergli di sfruttare il DRS. Leclerc mantiene la posizione anche dopo il pit-stop ma l’inglese ha il vantaggio della mescola e parte all’attacco del pilota Ferrari. I due vanno quasi a contatto al 23° giro prima della Roggia, con i commissari che penalizzano il numero 16 in rosso con una bandiera bianco-nera. Il testa a testa tra i due è fantastico e altrettanto fantastico è Leclerc a difendersi colpo su colpo alle azioni d’attacco di Lewis. Dal duello tra i primi 2 se ne avvantaggia però Bottas che rientra nel gruppo di testa a suon di giri veloci.

Al giro 42 clamoroso colpo di scena: enorme bloccaggio di Hamilton alla prima variante, l’inglese è costretto ad un lento rientro in pista e Bottas ne approfitta per prendersi la seconda posizione e partire all’attacco di Leclerc, con il finlandese in vantaggio di mescola e con gomme fresche. Gli ultimi giri non sono per cuori deboli, con Bottas a marcare stretto Leclerc che però si difende dimostrando maturità e arrivando alla bandiera a scacchi nel tripudio della marea rossa di Monza, in estasi per il suo predestinato.

 

Leggi anche