legge di bilancio scostamento di bilancio
immagine da pixabay

L’esecutivo studia la nuova manovra economica per la Legge di Bilancio 2021. Aiuti alle partite Iva e agevolazioni al settore del turismo

Mancano ormai pochi giorni all’approvazione della nuova Legge di Bilancio. Entro mercoledì 23 dicembre il nuovo testo riceverà la fiducia della Camera per poi passare al Senato. Intanto il governo lavora agli ultimi dettagli, in programma c’è la proroga del Superbonus fino al 2020 e aiuti agli autonomi.

La Legge di Bilancio prorogherà il Superbonus al 110% fino a giugno 2022. Se entro tale data non saranno stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo, la detrazione al 110% potrà essere estesa anche per le spese sostenute entro il 31 Dicembre 2022.

Lavoratori autonomi e partite Iva

Per il settore dei lavoratori autonomi, profondamente colpito dall’emergenza epidemiologica, il testo di legge mette al vaglio lo stop ai contributi. A tal proposito l’esecutivo ha già stanziato un fondo da 1 miliardo di euro per il 2021. Quest’ultimo finanzierà l’esonero dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti. Unico limite per beneficiare dell’agevolazione è che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2020 siano inferiori ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2019.

La Legge di Bilancio 2021 inoltre disporrà per partite Iva, autonomi e professionisti una nuova cassa integrazione. La misura dovrebbe essere finanziata fino al 2023. Essa prevede un sostegno per 6 mensilità, da un minimo di 250 € a un massimo di 800 al mese. Per accedervi il reddito prodotto nell’anno che precede la domanda deve essere inferiore al 50% della media. I redditi da lavoro autonomo conseguiti nei tre anni precedenti non dovranno essere superiori a 8.145 €.

Aiuti al turismo nella nuova Legge di Bilancio

Il testo redatto dall’esecutivo rivolge una particolare attenzione alla ripartenza economica dopo la battuta d’arresto segnata dal Covid-19, per questo motivo sono previste ulteriori agevolazioni per il settore del turismo. Il Governo infatti stanzia 100 milioni per il 2021 per il rifinanziamento del fondo per il settore turistico , 20 milioni per il rifinanziamento delle agevolazioni fiscali per la riqualificazione e il miglioramento delle strutture ricettive turistico alberghiere con credito d’imposta al 65%. Viene inoltre istituito un fondo sperimentale per la formazione turistica esperienziale, presso la Presidenza del Consiglio. Prorogato invece il credito d’imposta al 60% del canone di locazione degli immobili destinati alle imprese turistico, credito che viene esteso anche alle agenzie di viaggio e ai tour operator. Disposto anche lo stop della prima rata Imu per alberghi, bed & breakfast, discoteche e simili.

Sanità, al via l’assunzione di medici e infermieri

L’attenzione dell’esecutivo si posa anche sulla sanità, dal 2021 stop all’Iva sui vaccini, i tamponi e i test anti-Covid. Nel nuovo anno inoltre verranno assunti a tempo indeterminato per 9 mesi 3 mila medici e 12 mila infermieri per l somministrazione dei vaccini, scelti anche tra i medici specializzandi fin dal primo anno di specializzazione.

Gender gap

Il 2021 inoltre potrebbe essere decisivo per l’eliminazione del gender gap, la nuova Legge di Bilancio dispone infatti Fondo per il sostegno della parità salariale di genere con una dotazione di 2 milioni di euro annui dal 2022 destinato a interventi finalizzati al sostegno e al riconoscimento del valore sociale ed economico della parità salariale di genere e delle pari opportunità sui luoghi di lavoro. Previsto anche un ampliamento del congedo obbligatorio di paternità per chi avrà un figlio nel 2021, che passa da 7 giorni a 10.