LOL – Chi Ride È Fuori: il futuro dei programmi televisivi

TV e IntrattenimentoLOL – Chi Ride È Fuori: il futuro dei programmi televisivi

L’ultimo prodotto di casa Amazon è fresco e divertente. LOL apre una nuova pista per i futuri programmi televisivi italiani

Dal 1° Aprile sono stati caricati su Amazon Prime Video i primi 4 episodi del nuovo programma condotto da Fedez e Mara MaionchiLOL – Chi Ride È Fuori“, e successivamente, una settimana dopo, sono stati aggiunti gli ultimi due episodi, con annesso vincitore dalla prima edizione.

Cos’è LOL?

Il nuovo prodotto di Amazon non è altro che un classico game show televisivo con format comico, ispirato dal programma giapponese “HITOSHI MATSUMOTO: Presents Documental“. Qui 10 comici si sfideranno a suon di battute e gag improvvisate per 6 ore, con l’intento di strappare un sorriso agli avversari e i due giudici, l’host e il co-host, avranno il compito di visionare il tutto dalla loro “control room“. Nel momento in cui uno dei concorrenti si lasciasse sfuggire anche solo una smorfia, verrebbe da prima ammonito, e poi espulso. E fidatevi che le migliaia di telecamere, sparse per tutto il set, rendono impossibile ai concorrenti di sfuggire all’occhio vigile dei due conduttori. Il premio di 100 mila euro verrà devoluto dal vincitore in beneficenza.
Vediamo ora da chi è composto il cast:

Host e Co-Host

Mara Maionchi, 80 anni, e Fedez, 31 anni nel nuovo programma di Amazon Prime Video. Credits Amazon Prime Video.

Posso affermare con certezza che al grande pubblico questo binomio mancava dai tempi di X-Factor 2018. Ma la coppia Fedez – Maionchi sullo schermo funziona sempre, anche in un campo totalmente diverso da quello musicale. Si completano perfettamente insieme, perché mentre il cantante cerca di mantenere negli atteggiamenti dei toni più adatti al suo ruolo da conduttore, Mara resta come sempre Mara, col suo linguaggio più che diretto e irresistibile. I due controlleranno che i concorrenti non cedano alle risate, e, qualora fosse necessario, premeranno dei bottoni nel desk della control room (dei quali non conoscono nemmeno l’effetto e che la maggior parte delle volte servono a torturare il povero Fedez) per lanciare ai concorrenti alcune sfide. Come già detto è una coppia che funziona e che insieme ai comici fa scappare più che una risata.

I 10 Concorrenti

Foto instagram ufficiale di Angelo Pintus

Per questa prima edizione (e speriamo vivamente ce ne saranno delle altre) sono stati scelti come partecipanti comici italiani di ogni tipo: dai più conosciuti e veterani sui palcoscenici (come Elio, Katia Follesa, Caterina Guzzanti, Lillo e Angelo Pintus), a delle proposte più giovani ma altrettanto divertenti (Frank Matano, Ciro e Fru dei The Jackal, Michela Giraud e Luca Ravenna). Questi dieci intrattenitori hanno seguito strade diverse durante le loro carriere, ma è bello vedere come tutti, o almeno quasi, riescano ad entrare in questo contesto e sfidarsi con una comicità fresca, che riesce a far ridere lo spettatore senza che se ne accorga. Ed è proprio questa la forza del programma, ed il motivo per cui si colloca nel futuro dell’intrattenimento televisivo.

Libertà di Espressione

Caterina Guzzanti, 44 anni, e Katia Follesa, 45 anni. Credits Amazon Prime Video.

La vera forza di “LOL” è nel suo essere libero dal politically correct, ossia dalle regole ferree di un comune prodotto televisivo in chiaro. In questo game show potrete trovare battute che sfociano sì nel trash talking, nella sessualità e nel black humor, ma che vengono sempre contestualizzate e mai passano inosservate. È un tipo di comicità che raggiunge sempre il suo scopo: farti ridere, dare allo spettatore quel tipo d’intrattenimento che cercava quando ha selezionato nel catalogo Prime questo programma. E ciò è possibile proprio per questo, perché il prodotto non copre ogni fascia come richiede un programma da prima serata. Il fatto di essere “scelto” dal consumatore, rende i concorrenti liberi da ogni restrizione, e permette allo show di essere più accattivante e più memorabile di tanti altri suoi simili. Ci si augura quindi che le grandi catene di streaming, come Netflix e la stessa Amazon, puntino di più sui prodotti made in Italy, dando una libertà che oggi la TV non dà (a parte la sessualizzazione femminile, quella non può di certo mancare eh).

Perché guardare “LOL”?

Mara Maionchi e Fedez nella control room. Credits Amazon Prime Video.

Perché onestamente riesce nel suo scopo: far ridere. Le puntate sono davvero molto corte, e i comici, anche se diversi tra loro, insieme intrattengo e portano lo spettatore a voler scoprire chi tra di loro sarà il vincitore. Lo show nel giro di una settimana è diventato un trend, sia per i giovani (sui social girano tantissimi meme dei concorrenti), che per gli adulti, ed è facile capire il perché. Con questo tipo di comicità fresca, non imbastita o programmata, si ha voglia di continuare la visione. Di vedere come Matano scappi continuamente dagli altri, come Elio impersonifichi la Gioconda, o se Caterina Guzzanti sia davvero un robot o no. È quel tipo di programma da vedere se si cerca un po’ di relax, perché è questo che riesce a dare lo show: intrattenimento genuino e diverte.

E tra parentesi, sono Lillo.

Pasquale Petrolo, alias Lillo, 58 anni. Credits Amazon Prime Video.



Covid-19

Italia
74,161
Totale di casi attivi
Updated on 29 July 2021 - 09:01 09:01