L’OMS dichiara il Coronavirus “pandemia globale”



Coronavirus, riapertura attività
Immagine da Pixabay

La notizia era già nell’aria da qualche giorno ed ora arriva la conferma. L’OMS ha dichiarato il Coronavirus “pandemia globale”

Era già da qualche giorno che se ne parlava ed ora arriva la conferma, l’OMS ha dichiarato il Coronavirus come “pandemia globale“. Il virus che ha iniziato la sua diffusione in Cina si è pian piano esteso in oltre 90 paesi in tutto il mondo. Si registrano al momento, oltre 110 mila casi accertati di contagio. L’italia è uno dei paesi maggiormente colpito, posizionandosi al terzo posto dopo Cina e Corea del Sud. I dati hanno stabilito che il virus, originariamente definito come epidemia, ora è passato allo stato di pandemia. La preoccupazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è quella dei paesi che non sarebbero in grado di fronteggiare il dilagarsi del contagio. Per questo chiede di limitare gli spostamenti via terra tra i vari paesi e di adottare misure anche negli scambi commerciali per contrastare il dilagarsi del Coronavirus.

Queste le parole di Walter Ricciardi, consigliere per il coordinamento con le istituzioni sanitarie internazionali del ministro della Salute italiano Roberto Speranza: “Con la dichiarazione dello stato pandemico l’Oms può mandare i suoi operatori in loco, come fanno i caschi blu dell’Onu e chiedere ai singoli Paesi di adottare misure di mitigamento, come il fermo di alcune attività o dei trasporti anche via terra. Ma il non rispetto delle disposizioni equivarrebbe alla mancata applicazione di norme internazionali, che implica l’applicazione di sanzioni“. Alle parole di Ricciardi, si uniscono quelle di Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale: “Ci sono paesi però che hanno mostrato che questo virus può essere contenuto, quindi non dobbiamo arrenderci e adottare un approccio globale“.

Leggi anche