Grave lutto per Raoul Bova: muore il padre Giuseppe, sospeso il Tour teatrale

raoul bova

La sconvolgente notizia della morte del padre ha raggiunto l’attore italiano Raoul Bova durante le prove teatrali a Brughiero per lo spettacolo ”Due” a fianco della Francini. Tour interamente annullato

Grave perdita nella famiglia dell’attore italiano Raoul Bova, avvenuta nella giornata di oggi, che lo ha raggiunto improvvisamente mentre era impegnato nelle sue consuete attività teatrali. E’ morto il padre Giuseppe a Rieti. La sconvolgente notizia ha raggelato l’animo dell’ex nuotatore italiano al punto che ha deciso di sospendere il tour teatrale in programma; da giorni ormai Raoul era impegnato nelle prove teatrali che lo hanno visto al fianco dell’attrice e scrittrice italiana Chiara Francini.

Lo spettacolo ‘Due’ che secondo le previsioni doveva andare in scena al teatro San Giuseppe di Brughero, è stato definitivamente sospeso; la comunicazione è arrivata anche dalla Direzione Generale che ha immediatamente espresso le sue sentite condoglianze per il lutto. L’intero Tour è stato per il momento soppresso ed anche il sindaco di Brugherio, Marco Troiano, si è unito al cordoglio attraverso la piattaforma social Facebook.

L’intervista di qualche tempo fa al Maurizio Costanzo Show, in cui Raoul Bova era stato invitato a raccontarsi intimamente davanti alle telecamere dello studio, rende perfettamente giustizia all’attaccamento di Bova nei confronti di suo padre, attaccamento che giustifica pienamente le sue recenti decisioni circa la sospensione del Tour in programma. Così Bova aveva parlato, non senza commuoversi, di suo padre: ”Ha sempre dovuto essere una roccia per tutti noi e avrei voluto condividere molto di più con lui. Mi sarebbe piaciuto sapere qualcosa di lui. E’ stato un padre perfetto, ma avrei voluto conoscerlo meglio. Una volta gli chiesi di scrivere un libro. Era un modo per sapere qualcosa in più della sua vita. Lui, però, non si apre”. Con le lacrime agli occhi aveva, poi, proseguito affermando: ”So che lui, nonostante sembri forte, è molto fragile. Avrei voluto che si aprisse con me”.