Maturità 2020, Azzolina decreta il via: si comincia il 17 Giugno



Lucia Azzolina scuole
Immagine da YouTube

Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha presentato le date per la maturità 2020. Saranno tutti ammessi, ad eccezione dei casi disciplinari gravi

Buone notizie. A un mese (e un giorno) dall’avvio ufficiale degli esami di Maturità 2020, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ne conferma la modalità. Gli esami saranno in presenza. Durante la conferenza stampa di presentazione, la ministra ha spiegato che le prove inizieranno dal 17 Giugno e non prevederanno i classici tre scritti. Il tutto si limiterà ad un solo esame orale, della durata massima di un’ora. Per le pagelle di fine anno, niente bocciature tranne poche eccezioni, come gravi provvedimenti disciplinari o troppe assenze già prima della pandemia.

Ci sarà una valutazione seria per tutti. Seguiremo sempre lo stesso principio, quello di garantire la sicurezza delle persone. L’esame sarà in presenza compatibilmente con l’andamento epidemiologico nelle diverse aree del Paese. Lo studente spiegherà le conoscenze di cittadinanza e Costituzione e delle esperienze scuole-lavoro. Mi piacerebbe che gli studenti potessero parlare di come hanno vissuto la loro esperienza durante il lockdown obbligato dalla pandemia di Coronavirus.” ha dichiarato Lucia Azzolina in una conferenza stampa.

È stato un anno diverso per tutti. Nessuno studente doveva essere lasciato indietro. Ma serve una valutazione seria. Le insufficienze saranno presenti nei documenti. Sarebbe stato più facile riaprire le scuole, ma abbiamo agito con prudenza. Tenere le scuole chiuse ci ha permesso di salvare vite umane, ha evitato il dilagare del contagio. Le bocciature ci saranno solamente in casi molto circoscritti.” ha poi concluso lo stesso ministro.

Leggi anche