Maurizio Zamparini squalificato 5 anni dal tribunale della Figc

Zamparini
Foto: YT U.S. Città di Palermo

L’ex presidente del Palermo Maurizio Zamparini è stato radiato per 5 anni dal tribunale della Figc per irregolarità amministrative che hanno portato alla penalizzazione dei rosanero

Il Tfn, il tribunale della Ficg, presieduto da Cesare Mastrocola, ha squalificato per 5 anni l’ex presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, a causa delle irregolarità amministrative che nell’ultimo campionato di Serie B, hanno portato ai rosanero 20 punti di penalizzazione e quindi alla conseguente mancata partecipazione ai playoff.

L’ex patron rosanero non potrà ricoprire alcun ruolo in ambito federale per i prossimi cinque anni. La posizione dell’ex presidente, era stata stralciata per un ricorso, prima accolto e poi respinto. Come riporta la Gazzetta dello Sport, gli erano contestate diverse e gravi irregolarità di bilancio, in particolare l’operazione su Mepal, la società controllata che deteneva il marchio del Palermo, e l’iscrizione nello stati patrimoniale di 5,5 milioni di crediti di imposta, con il risultato di riportare quel patrimonio al valore di 11 milioni contro i reali 135.712.

Secondo l’accusa, lo scopo di queste irregolarità, era di “sottrarsi agli obblighi di ricapitalizzazione”. Inoltre, il Tfn, ha riconosciuto l’ex presidente del Palermo come il vero colpevole, definendolo “vero ideatore degli artifizi contestati”.

Intanto il Palermo non si è iscritto alla Serie B, dato che la nuova proprietà non ha presentato in tempo le garanzie economiche. Nei prossimi giorni i rosanero potrebbero iscriversi alla Serie D, mentre il Comune ha aperto l’avviso per cercare nuovi acquirenti.