meningite
l'ospedale civico di palermo

Meningite: nuovo caso sospetto in Sicilia. Noemi F. è arrivata ieri all’Ospedale Civico di Palermo lamentando febbre alta dalla sera prima

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Menigite: nuovo caso sospetto in Sicilia. Viene monitorata costantemente Noemi F., la 22enne che è arrivata ieri all’Ospedale Civico di Palermo lamentando febbre alta dalla sera prima. Secondo quanto riportato dal quotidiano Live Sicilia, i sanitari hanno immediatamente formulato la diagnosi di sospetta meningite maningococcica di tipo C, la forma più grave e contagiosa, anche se si attendono ancora gli esiti delle analisi proprio in queste ore.

Se la diagnosi venisse confermata, si tratterebbe dello stesso batterio che il mese scorso aveva ucciso Giulia Allotta, 23enne di Belmonte Mezzagno, che era arrivata in ospedale già in gravi condizioni, con gli organi già largamente compromessi.

Nella notte, ancora all’ospedale civico era giunto un altro caso che i sanitari hanno giudicato sospetto di meningite. Un uomo di 40 anni, tossicodipendente, aveva lamentato sintomi che hanno reso necessari accertamenti più approfonditi, che comunque, secondo quanto hanno spiegato poi dall’ospedale “Gli esiti hanno escluso categoricamente qualunque forma di meningite. I sintomi erano legati ad una overdose, ma abbiamo effettuato le analisi per precauzione”.

Intanto la giovane ricoverata con sospetta meningite, Noemi F, lotta in condizioni gravissime nel reparto di seconda Rianimazione del Civico, ma è considerata stabile. Nel frattempo coloro che hanno avuto con la ragazza contatti stretti nelle ultime 24/48 ore, come familiari o colleghi di lavoro sono stati convocati per seguire la profilassi contro la meningite, per evitare qualsiasi rischio di avvenuto contagio. Il dottor Nicola Casuccio, responsabile del servizio di Epidemiologia dell’Asp ha spiegato come nel caso della meningite Il batterio colpisce per contatto diretto, quindi il nostro invito alla profilassi si rivolge ai familiari, ai colleghi di lavoro e a coloro che sono consapevoli di avere avuto contatti ravvicinati con la ragazza”.

La meningite si manifesta attraverso sintomi come febbre alta, rigidità locale, cefalea, vomito. In caso di manifestazione di questi sintomi, si consiglia di contattare immediatamente il proprio medico, per la somministrazione dellantibiotico Ciproxin. Considerando che questo tipo di meningite si manifesta entro i primi diciotto mesi di vita e durante l’adolescenza, si consiglia di vaccinare i bambini, col vaccino messo a disposizione gratuitamente dal servizio sanitario regionale.

[ads2]

Letture Consigliate