Jannik Sinner

A Miami Jannik Sinner sconfigge anche Bublik e conquista la prima semifinale della sua carriera in un Masters 1000. Il kazako battuto in due set

Non si ferma più Jannik Sinner a Miami: l’ultimo italiano rimasto nel tabellone del Masters 1000 entra tra i primi 4 del torneo. Nel match dei quarti di finale, l’azzurro batte in due set il kazako Bublik.

Potrebbe interessarti:

Un inizio un po’ faticoso per l’altoatesino che soffre i colpi a sorpresa dell’avversario e va subito sotto di un break. Ma nel momento di maggiore sforzo, tira fuori gli attributi e si riprende il game di svantaggio, portando il set al tiebreak. Anche qui Sinner va in difficoltà iniziale, andando sotto 1-4 ma è autore di una grande rimonta, capovolgendo la situazione e chiudendo 7-5. Il secondo set sembra una fotocopia del primo: Sinner va sotto 0-3 ma riesce subito nell’intento di recuperare il break di svantaggio, portandosi sul 4-4 (annullando anche 5 palle break nel sesto gioco). Bublik a questo punto perde il servizio nel nono gioco e concede la chance a Sinner di chiudere la partita. L’azzurro non si perde d’animo e con grande luciditù porta a casa la partita, chiudendo sul 6-4 per un totale di un’ora e 40 minuti di gioco.

Adesso Jannik Sinner attenderà il suo primo avversario in una semifinale: sarà uno tra il russo Danyil Medvedev (favorito per la vittoria finale) o lo spagnolo Roberto Bautista Agut. Intanto l’altoatesino sale ancora nel Ranking ATP: adesso è 24°.

Letture Consigliate