Michael Jackson: 11 anni fa la scomparsa del re del Pop



Michael Jackson

Oggi, esattamente undici anni fa, moriva Michael Jackson, uno dei più grandi e controversi artisti di tutti i tempi

Il 25 giugno del 2009 è stato un giorno di lutto per tutto il mondo della musica. Michael Jackson, il re del pop, moriva a 50 anni per un infarto cardiaco in una villetta di Los Angeles che aveva preso in affitto per le prove del suo tour. Michael lasciò sgomenti i fan, sia per la mancanza incolmabile, sia perché lo stesso sarebbe dovuto tornare ad esibirsi dopo anni di assenza dai palcoscenici.

Alla base del malore ci fu un’intossicazione acuta di propofol, un anestetico, somministrato per placare la sua insonnia, prescritto dal suo medico di fiducia Conrad Murray.
A seguito della notizia, buona parte dei siti internet che riportavano le informazioni sull’accaduto andarono in tilt. Il funerale di Michael Jackson è stato l’evento più seguito nella storia televisiva, con un audience, considerando anche gli streaming, stimato fra i 2.5 miliardi e i 3 miliardi di visitatori.

Una leggenda senza tempo

Michael Jackson ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica. E’ suo l’album più venduto di tutti i tempi, quel Thriller che praticamente per nessuno è sconosciuto. Si calcola che abbia venduto più di 100 milioni di copie di cui ben 32 milioni in un solo anno. Si tratta anche dell’album più venduto nel Vecchio Continente e del secondo più venduto negli Stati Uniti, con 33 milioni di copie. Indelebili le pietre miliari lasciate da Michael come “Billie Jean“, “Bad, Black or White”, “We Are The World” e molte altre ancora. Un’artista che ancora oggi vive, in quanto sono centinaia i grandi del mondo della musica, come ad esempio Usher e Justin Timberlake, che hanno preso ispirazione dal re del Pop.

 

Leggi anche