Mondiali 2018: i risultati dei primi due spareggi

mondiali

Nelle prime due partite degli spareggi validi per i mondiali in Russia, la Croazia spazza via la Grecia mentre la Svizzera vince di misura con L’Irlanda del Nord

Croazia-Grecia

project adv

Al Maksimir di Zagabria, si gioca la partita d’andata valida per i mondiali del prossimo anno tra Croazia e Grecia.

I padroni di casa schierano in attacco il milanista Kalinic al posto di Mandzukic, supportato da Kramaric e dagli interisti Perisic e Brozovic. Per gli ellenici Mitroglou sarà l’unica punta e orfani per squalifica del romanista Manolas, in difesa la coppia centrale sarà formata da Papadopoulos e Papastathopoulos. Dirige l’italiano Rocchi.

La Croazia sblocca quasi subito la partita: al 11′ Karnezis è disastroso su un retropassaggio, Kalinic lo anticipa, il portiere ex Udinese lo atterra e l’arbitro concede il calcio di rigore. Dagli 11 metri va Modric che spiazza il portiere e segna l’1-0. Pochi minuti dopo arriva il raddoppio dei croati: cross basso di Strinic, Kalinic è il più veloce di tutti e di tacco anticipa il portiere. 2-0 e partita in discesa per i padroni di casa. La Grecia però non ci sta e reagisce accorciando le distanze al 30′: corner di Fortounis che pesca l’ex Milan Papastathopoulos il quale, di testa, la insacca. Passano appena tre minuti e la Croazia trova il terzo gol: cross al bacio di Vrsaljko sul secondo palo per Perisic, che di testa, deve solamente spingerla in rete. Al minuto 44′ Karnezis si fa perdonare e tiene a galla i suoi compiendo due grandi parate: Kramaric conclude sul primo palo, il portiere ellenico respinge sui piedi di Kalinic che ci riprova ma trova ancora l’ex Udinese a dirgli di no. A Zagabria il primo tempo si conclude sul 3-1.

Nel secondo tempo i ritmi restano alti e alla Croazia bastano appena quattro minuti per allungare le distanze, grazie ad un altro pasticcio della retroguardia ellenica: Stafylidis cerca di appogiare di petto a Karnezis un cross dalla trequarti di Rakitic ma calibra male, Vrsaljko ruba palla e la serve a Kramaric che deve solo appoggiarla in rete. È 4-1. Gli ospiti cercano di reagire con Mitrogou, che al 60′ impegna Subasic con un tiro da fuori, il portiere del Monaco è attento e devia in corner. Al 67′ i croati continuano a spingere sull’acceleratore e sfiorano il quinto gol con un tiro dalla distanza di Perisic che viene deviato da un difensore ospite a portiere battuto.

Al 90′ gli ospiti vanno vicinissimi al raddoppio con Mitroglou che sul cross dalla sinistra di Retsos, si coordina benissimo di testa ma viene fermato da un grande Subasic. Dopo quattro minuti di recupero, arriva il triplice fischio del direttore di gara. Una favolosa Croazia travolge la Grecia per 4-1 e fa un grande passo verso la Russia ma mancano ancora 90 minuti e per gli ellenici non è detta l’ultima parola.

Irlanda del Nord-Svizzera

Al Windsor Park di Belfast, l’Irlanda del Nord ospita la Svizzera per la partita di andata degli spareggi validi per il mondiale. I padroni di casa schierano in attacco l’ex Palermo Lafferty mentre tra le file degli ospiti ci sono varie conoscenze del calcio italiano come lo juventino Lichtsteiner, il milanista Rodriguez e l’ex Inter Shaqiri. Dirige il rumeno Hategan.

Gli ospiti spingono fin da subito sull’acceleratore con Xhaka che, al 10′ e al 12′, scocca due tiri dalla distanza non trovando però lo specchio della porta. Sono sempre gli svizzeri ad attaccare e al 17′ Seferovic, pescato splendidamente in area da Shaqiri, impegna McGovern. L’Irlanda del Nord subisce la maggior qualità degli avversari sul piano del palleggio ma la Svizzera non riesce a concretizzare ed il primo tempo si conclude sullo 0-0.

La seconda frazione di gioco si apre con un grande tiro a giro dalla sinistra di Shaqiri che sfiora l’incrocio dei pali e termina sul fondo. Al 54′ sono ancora gli ospiti ad andare vicinissimi al vantaggio: cross basso di Dzemaili per Seferovic che in scivolata, a pochi passi dalla porta, non trova il pallone. Al 58′ il direttore di gara fischia un calcio di rigore dubbio in favore della Svizzera: sul dischetto ci va “l’italiano” Rodriguez che di sinistro spiazza il portiere e segna. Al 71′ si vedono i padroni di casa con Maggenis che di testa, da ottima posizione, conclude fuori. Al 73′ ci prova ancora l’Irlanda del Nord ma la punizione di Brunt non impensierisce Sommer.

La partita si conclude sul punteggio di 0-1. Buona prestazione della Svizzera che si dimostra nettamente superiore agli avversari però trova il gol solo grazie ad un rigore molto dubbio concesso dal direttore di gara Hategan. A Basilea, l’Irlanda del Nord è invece costretta a vincere se vuole staccare un pass per la Russia e i ragazzi di mister O’Neill avranno fino a Domenica per prepararsi al meglio all’impresa.

Video del giorno