Muro di Berlino, 30 anni fa ci fu il famoso crollo



Muro di Berlino
Immagine da Pixabay

Sono passati ben 30 anni dal famigerato crollo del Muro di Berlino. Il simbolo della fine di un’era caratterizzata da una grande guerra

Sono passati già 30 anni, davvero un’eternità. Eppure sembra ieri, soprattutto grazie ai vari documentari e alle varie immagini che scorrono periodicamente in TV. La famigerata caduta del Muro di Berlino iniziò esattamente trent’anni fa, il 9 Novembre 1989. Fu uno degli eventi più importanti della storia del Ventesimo secolo, un giorno che segnò la fine di uno dei più importanti simboli della divisione del mondo tra Est e Ovest. Con esso, infatti, crolla anche la guerra politica più grande di tutti i tempi: la Guerra Fredda.

La caduta del Muro di Berlino fece anche capire a tutto il mondo che oramai i regimi comunisti dell’Europa orientale avevano i giorni contati. Quel giorno, per la prima volta dal 1961, data di costruzione del muro, decine di migliaia di abitanti della parte orientale della città si riversarono in quella occidentale. Gli incredibili avvenimenti del 9 Novembre 1989 furono causati da due eventi quasi fortuiti e imprevedibili. Infatti, un funzionario della Germania orientale fu messo alle strette dalla stampa, e annunciò per sbaglio la caduta del Muro in un’intervista.

Ah…oggi abbiamo deciso su un nuovo regolamento che rende possibile per ogni cittadino della Repubblica Democratica Tedesca di…uscire attraverso i posti di confine…della…Repubblica Democratica Tedesca.” disse Günter Schabowski, portavoce del Governo est.
Nello stesso momento, il tenente colonnello della guardia di frontiera Harald Jäger, dopo aver sentito queste parole, prese l’unica decisione che a quel punto gli sembrava possibile. Senza istruzioni dai suoi superiori, diede ordine ai suoi uomini di aprire i varchi tra Berlino Est e Berlino Ovest.

Il resto, naturalmente, è storia.

Leggi anche