breccia di porta pia rai, Netflix
immagine da pixabay

Nasce Netflix Direct, un canale di titoli programmato per aiutare tutti gli indecisi a scegliere cosa guardare e non passare ore sul catalogo

Quante volte prima di scegliere cosa guardare su Netflix vi è capitato di restare sul catalogo per ore nell’indecisione più totale? Probabilmente innumerevoli. Ecco, quindi, chela nota piattaforma ha pensato ad una soluzione per tutti più indecisi: un canale di titoli programmato, Netflix Direct. Così facendo è nato il primo canale digitale che segue le logiche di un canale televisivo.

Prima della diffusione dei cataloghi digitali, infatti, lo spettatore non doveva far altro che accendere la televisione ed erano i vari programmatori a scegliere serata dopo serata cosa proporre sul proprio canale. Oggi invece, sempre più spesso è l’utente a scegliere cosa guardare, ma nella grande quantità di titoli presente sui vari cataloghi per molti la scelta è molto complessa. Lanciando questa grande novità, Netflix spera di eliminare il dilemma della scelta; su Netflix Direct sarà programmato un elenco di film e serie tv diverso ogni giorno.

Netflix Direct è stato lanciato lo scorso 5 novembre a partire dalla Francia, dove l’utilizzo del tradizionale sistema televisivo è ancora ampiamente diffuso. Per adesso sarà  disponibile solo via browser e a un pubblico limitato: è in una fase di test, ma da dicembre potrebbe iniziare a coprire un’utenza maggiore. Successivamente, se i test avranno un buon esito, Netflix starebbe pensando di lanciare il canale anche in altri Paesi, arrivando presto anche in Italia. Insomma, un’idea innovativa che potrebbe avvicinare alla piattaforma anche i più anziani o tutti coloro che non sono molto portati per il digitale.

Queste intanto le parole usate da Netflix per il lancio di Netflix Direct:

“A molti spettatori piace l’idea di una programmazione che non richieda loro di scegliere cosa guardare. Che manchi l’ispirazione o che si stia scoprendo Netflix per la prima volta, il canale guiderà l’utente che non dovrà scegliere un particolare titolo, sorprendendolo con la diversità del catalogo Netflix”