Nazionale, Ventura: “La Serie A deve iniziare a metà agosto”



ventura

Il c.t. Ventura ha dichiarato alla vigilia dell’amichevole contro la Germania: “Sarebbe interesse di tutti iniziare il campionato con tre settimane di anticipo”. Contro i tedeschi novità di formazione ma Belotti gioca dall’inizio

Conferenza stampa a Milanello questa mattina per il Giampiero Ventura alla vigilia della sfida ai campioni del mondo della Germania. “Non c’è bisogno di grandi stimoli, Italia-Germania è sempre una partita di cartello – dichiara il c.t.– avrei voluto uno o due giorni in più per prepararla, ma so che conta solo il risultato”.

Sarà la rivincita dopo la sfida dell’Europeo? :”Per qualcuno lo sarà, ma questa non è certamente una sfida che necessita di motivazioni extra. Non ho paura di prendere batoste, o altro”. Ancora incertezza sulla formazione che scenderà in campo a San Siro: “Belotti gioca dall’inizio, dobbiamo verificare le condizioni di alcuni giocatori, come Eder e Candreva – prosegue il c.t. -. Il sistema di gioco dipenderà anche dall’ allenamento che stiamo per fare, può influenzare la decisione. Qualche cambiamento, rispetto al Liechtenstein, ci sarà.  Il risultato è importante – ripete Ventura – ma ci sono altre cose da vedere. Solo che la Germania non solo è campione del mondo, ma è organizzata: ma la partita di domani ci deve offrire una finestra sul futuro».

Ventura ha provato a guardare anche al futuro e alla possibilità di anticipare l’inizio della Serie A: “Quest’anno abbiamo avuto poca Serie A prima della Francia e infatti abbiamo la differenza di gamba fra noi e loro era evidente. Si è perso 3-1 ed è stato definito un disastro, perché questa è la cultura che abbiamo qui. Ho chiesto alla Lega Calcio se sia possibile, il prossimo agosto, iniziare addirittura tre settimane prima, sarebbe interesse di tutti, per giocarcela ad armi pari. Quando ero tecnico di club, l’unico aspetto che non avevo messo a fuoco è la scarsità del tempo a disposizione del c.t. della Nazionale”.

Leggi anche