14 Dicembre 2017 - 11:21

Obesità e Demenza, è possibile che ci sia un collegamento?

obesità

Obesità: uno studio condotto dai membri della University College London avrebbe rilevato un possibile collegamento tra l’indice di massa corporea elevato e la possibilità di soffrire di demenza

L’obesità è collegata a un rischio maggiore di soffrire di demenza? A suggerirlo è uno studio condotto dai membri della University College London, secondo cui le persone con un indice di massa corporea elevato (BMI) hanno maggiori probabilità di soffrire di demenza rispetto a quelle con un peso normale.

Lo studio ha preso in esame un campione di 1,3 milioni di adulti che ne hanno valutato peso e altezza. Sarebbero stati registrati 6894 casi di demenza, ed esaminando i dati gli esperti avrebbero constatato che già 2 decenni prima un BMI elevato sarebbe stato associato a un maggiore rischio di soffrire di demenza. Nello specifico, ogni aumento di 5 punti del BMI era associato a un rischio del 16-33% maggiore di sviluppare questa condizione.

I ricercatori, il cui studio è stato pubblicato sulle pagine della rivista Alzheimer’s & Dementia, hanno anche scoperto che le persone in prossimità dello sviluppo della demenza tendono ad avere un peso corporeo inferiore rispetto a quello delle controparti che non svilupperanno tale condizione.

Mangiare sano è quindi una condizione utile affinché la nostra salute sia salvaguardata.