Pasquetta green, i consigli di Legambiente



Pasquetta green

Una Pasquetta green, all’insegna dell’ecosostenibilità. 4 consigli utili per la tua giornata outdoor

Pasquetta green – Originale la proposta che arriva quest’anno, in particolare, da Legambiente Campania: l’associazione invita i vacanzieri della gita fuori porta a visitare proprie strutture, per trascorrere un’indimenticabile giornata a contatto con la natura.

Dall’Eco Tavoralaccio di Succivo all’Oasi dunale di Torre di Mare a Capaccio (nel salernitano), dall’Oasi del Frassineto “Valle dell’Irno” di Fisciano al Parco archeologico di Pontecagnano Faiano: luoghi a rifiuti zero, dove si pratica la raccolta differenziata, si possono gustare prodotti tipici a km0 e dove è possibile giocare all’aria aperta o leggere un libro.

Pasquetta green
Pasquetta green

Ma non solo: Legambiente stila inoltre l’elenco delle semplici e “buone pratiche” per trascorrere un pic-nic green e sostenibile in compagnia di Madre Natura. Ecco 4 utili consigli:

  • Razionalizzare gli spostamenti motorizzati. Se possibile, preferire mete raggiungibili con i mezzi pubblici;
  • Portare con sé piatti, bicchieri e posate di plastica biodegradabile;
  • Acquistare direttamente in loco presso le aziende del posto i cibi da consumare in campagna con la preferenza verso prodotti “a chilometri zero”: meno chilometri fanno, meno inquinano;
  • Non abbandonare nell’ambiente i rifiuti: se non è possibile utilizzare cassonetti in loco, portare i rifiuti con sé e smaltirli a casa.

Pasquetta green Facile, vero? Ricordarsi anche dell’ambiente circostante, in una giornata dedicata al relax, è segno di grande civiltà. E così, l’ecosistema potrà festeggiare con noi.

Leggi anche