posponi (2)

Siete quei tipi che la mattina cliccano sul pulsante posponi sveglia e si alzano dal letto dopo tre ore? Siete affetti da una malattia facilmente curabile!

[ads2]

Potrebbe interessarti:

#iopospongo #iononpospongo, posponi di mattina, sotto le coperte, nei sogni e anche il pomeriggio con Barbara D’Urso alla TV. Ma posponi non è l’ultimo sexy simbol americano o il nuovo Presidente della Repubblica, è il vizietto che tutti i pigri hanno la mattina. Quello che al momento del risveglio, in cui sei in una sorta di limbo, dove non sai dove sei, cosa vuoi, cosa sia la realtà, riesci a fare un’unica cosa: posporre la sveglia per dormire un altro po’.

In quel luogo (dove Peter Pan amerà sempre la calzamaglia verde pisello) bisogna soffermarsi. Non scattare come un grillo o un robottino, cliccare sul tasto posponi sveglia per godersi e assaporare un altro minutino di sonno. Molti non sanno che, il pulsante posponi (snoze) sugli smartphone, è uno dei piccoli lussi della vita. Secondo alcune ricerche, tale tasto rovinerebbe il sonno. Durante l’inizio del sonno, il nostro corpo rilascia serotonina nel flusso sanguigno. Un neurotrasmettitore comunemente associato con il benessere che calma il corpo, fornendo una sensazione di contentezza non appena ci si addormenta. Ci svegliamo quando la nostra mente e il nostro corpo ne hanno avuto abbastanza, rilasciando dopamina per sopprimere le sensazioni di sonnolenza. Se si preme il pulsante posponi e si torna a dormire, riparte di nuovo l’afflusso della dopamina.

Ma una volta svegli e “dopati” perché continuare a dormire?

Perché il letto è troppo caldo e comodo. Perché ho fatto un brutto sogno, o peggio, mi son svegliato mentre mangiavo un chilo di Nutella. Perché altri 5 minuti me li merito. Perché in realtà, io, non sono mica sveglio.

svegliaL’italiano medio nella sua vita è abituato a posporre qualsiasi cosa: la dieta del lunedì, lo studio, l’iscrizione alla palestra, l’affrontare il capo o la mamma che diventa sempre più suocera. Bisogna riposare, quindi, posponi Sì. Posponi la sveglia molesta applicata. La dimostrazione che Dio è padre e assolve il vizio del posponi, risiede nel fatto che il settimo giorno lui si è riposato. A noi piacciono i risvegli lenti perché abbiamo fede, pensiamo che se continuiamo a mangiare la Nutella quando nessuno ci vede, quelle calorie non contino. Posponiamo la sveglia per le rughe, perché sì, riposare fa bene e i segni in faccia saranno solo quelli del cuscino. Posponiamo la sveglia per la troppa tequila nel sangue, perché l’altra notte abbiamo ballato e cantato manco fossimo Beyonce. Abbiamo aspettato le due di notte, un messaggio, un amico, il nostro turno in fila alla cassa di Zara il primo giorno di saldi senza percepirla. Abbiamo aspettato l’attesa, perché i risvegli lenti son belli e ci fanno vivere senza fretta.

Sembra tutto così romantico, posponi la sveglia, pensiamo e diamo peso ai nostri sogni perché ci fanno rimanere bambini. Per ricordarci che solo con lo sguardo da fanciulli, la pianificazione dei nostri progetti può tendere alla perfezione. Tutto è bello quando dormiamo, e la sveglia suona alle 07:30, perché “Tra mezz’ora mi alzo e vado a correre!” Ma poi posponi, e posponi, e “pospospoponi” e ti alzi da quel letto (oramai maledetto) alle 10.30. Quindi posponi No!

[ads1]

POSPONI SVEGLIAUna soluzione c’è. Se Dio è padre e si riposa, la madre no. Lei non dorme mai, soprattutto il settimo giorno e non lo fa perché la domenica deve essere vigile, deve preparare la parmigiana, la lasagna, il pollo arrosto e anche la cena, perché deve correre in chiesa a fare la predica al Padre. La soluzione al posponi è la mamma, lì a rompere i coglioni al figlio che dorme. Una delle prime tecniche di sveglia molesta applicata che una madre tradizionale anti-posponi deve apprendere è: il passaggio dell’aspirapolvere (meglio se Folletto) all’alba. Dopo aver risucchiato tende e peli di cane con tutto il cane attaccato ai peli, facendo un fracasso del diavolo, successivamente la madre si rivolge al figlio ormai desto e incazzato come una iena, e con un sorriso innocente gli dice: “Oh, scusa, ti ho mica svegliato?”

E voi cosa usate contro il posponi della sveglia? Macchinetta del caffè automatica? Sveglia a tre metri dal letto? Un secchio d’acqua che cade dal lampadario alle ore 08:00? Una mandria di gnu inferociti in camera da letto?

[ads2]

Letture Consigliate