Premier League al via: Manchester City in pole, Liverpool prima antagonista



premier league
Foto: Instagram Premier League

Chiuso il mercato, stasera riparte la Premier League con Manchester United-Leicester; per il titolo, il City di Guardiola resta la squadra da battere

Torna il sapore di calcio giocato e si riparte dalla Premier League. Stasera all’Old Trafford inaugura il Manchester United che affronta il Leicester di Jamie Vardy (in dubbio la sua presenza) e rimasto orfano di Riyad Mahrez, passato al City.

Proprio la squadra di Pep Guardiola, campione in carica, è la favorita per trionfare. Squadra praticamente lasciata intatta, soltanto con l’innesto dell’algerino che alimenta il parco stellare. Obiettivo continuità e magari migliorarsi in Champions.

Come ruolo di antagonista, in “pole” c’è il Liverpool: Klopp, dopo la finale di Champions, ha ritoccato in maniera importante la rosa. Presi Alisson, Shaqiri, Keita e Fabinho e perso soltanto Emre Can a parametro zero. I Reds puntano alla Premier (ma non solo..).

Delusione per Mourinho che voleva il grande colpo ma questo non c’è stato. Sono arrivati soltanto Fred e Dalot e lo Special One ha già manifestato la sua delusione per la campagna acquisti.

Tottenham da record. Arsenal e Chelsea chiamate al riscatto

Le big londinesi si sono mosse per avvicinarsi ancor di più ai vertici. O meglio, Arsenal e Chelsea: infatti, il Tottenham compie un record chiudendo con 0 acquisti (i giocatori rientrati dal prestito non vanno considerati) e altrettante cessioni. Evento che non era mai accaduto nella storia della sessione estiva della Premier League (introdotta nel 2003) e nella storia del torneo.

Invece, Arsenal e Chelsea hanno due nuovi tecnici: Emery si è accasato ai Gunners, mentre ai Blues c’è stato l’avvicendamento tra Conte e Sarri. Per il tecnico ex-Napoli i botti sono arrivati alla fine: Kepa (acquisto record per un portiere), il fido Jorginho e Kovacic per dimenticare Courtois, passato al Real.

Mentre per il tecnico uscente dal PSG gli innesti si chiamano Leno, Lichtsteiner, Sokratis e Lucas Torreira per provare a riportare i Gunners almeno tra le prime 4 e nell’Europa che conta.

Le altre: show di Fulham ed Everton. Occhio ai Wolves

Il mercato ha visto scatenate Fulham ed Everton. Soprattutto i Toffees del neo-tecnico che rivoluzionano la squadra prendendo Yerry Mina, André Gomes e Lucas Digne dal Barça, Bernard dallo Shakthar e Richarlison dal Watford.

Mentre i neo-promossi di Craven Cottage sono stati letteralmente scatenati: Schurrle, Sergio Rico, Vietto, Anguissa, Seri, Mitrovic, Le Marchand e Chambers. Obiettivo salvezza, ma siamo sicuri?

Nell’ambito delle neo-promosse, il Wolverhampton di un certo Jorge Mendes diventa una colonia portoghese: su tutti Joao Moutinho ma anche Rui Patricio, Diego Jota e molti altri. Ieri l’acquisto ieri di Dendocker. Un ritorno in Premier League per una salvezza da ottenere il prima possibile.

Le squadre al via

Infine, ecco le 20 squadre che partiranno tra stasera, domani e domenica per il campionato di Premier League:

ARSENAL
BOURNEMOUTH
BRIGHTON HOVE ALBION
BURNLEY
CARDIFF CITY (neo-promosso)
CHELSEA
CRYSTAL PALACE
EVERTON
FULHAM (neo-promosso)
HUDDERSFIELD
LEICESTER CITY
MANCHESTER CITY
MANCHESTER UNITED
NEWCASTLE UNITED
SOUTHAMPTON
TOTTENHAM HOTSPURS
WATFORD
WEST HAM UNITED
WOLVERHAMPTON (neo-promosso)

Leggi anche