Rangnick, Red Bull
Foto: YouTube

Ralf Rangnick dice addio al colosso Red Bull. Il dirigente ha deciso di rompere l’intesa: “Ora è il momento giusto per concludere il mio lavoro”

Quando si parla di Ralf Rangnick i colpi di scena sono dietro l’angolo. Dopo il mancato approdo del tedesco al Milan, il dirigente ha deciso di salutare anche il colosso Red Bull. La nomina di Oliver Mintzlaff a Head of global soccer aveva fatto presagire qualche cambio di rotta in vista.

Ora è il momento giusto per concludere il mio lavoro con la Red Bullha dichiarato Rangnick. Voglio ringraziare tutti i dipendenti e soprattutto Mateschitz per il sostegno e la fiducia. Mi hanno dato di fare qualcosa qui negli ultimi anni, di costruire qualcosa di unico. Red Bull Soccer è un’organizzazione di grande successo che è posizionata in modo eccellente in tutto il mondo. E’ stato un grande onore e un orgoglio aver contribuito a questo. Voglio fare i miei più sinceri auguri per il futuro a tutta la Red Bull”.

Restano ancora da sciogliere alcuni nodi circa la buonuscita da accreditare nel conto del dirigente. La trattativa tra le parti è in divenire. La carriera di Rangnick potrebbe proseguire con una nuova esperienza da allenatore, magari in Premier League.