25 Maggio 2022 - 00:33

Roland Garros, Musetti sfiora l’impresa con Tsitsipas ma poi cede al 5°. Ok Sinner, Sonego e Cecchinato

Lorenzo Musetti accarezza l'impresa con Tsitsipas per due set ma poi cede al 5°. Buon esordio per Sinner al Roland Garros

Musetti, Roland Garros

Al Roland Garros, Lorenzo Musetti rivive l’incubo di un anno fa con Djokovic: avanti 2 set a 0 contro Tsitsipas nel 1° turno, subisce un crollo fisico che permette al greco di tornare in partita e ribaltarla, vincendo così al 5° set dopo 3 ore e mezza. Il classe 2002 esce così di scena immediatamente, molto sfortunato fin dal sorteggio ed anche per come si è evoluto un match che meritava di finire diversamente.

L’Italia si presenta al 2° turno del Roland Garros con 4 tennisti nel maschile e 2 nel femminile: a Fabio Fognini e Martina Trevisan, si aggiungono anche Jannik Sinner, Lorenzo Sonego, Marco Cecchinato e Camila Giorgi, usciti vittoriosi nei rispettivi match d’esordio. Niente da fare invece per Lucia Bronzetti, Jasmine Paolini e Giulio Zeppieri, eliminati al 1° turno.

Muso, come un anno fa

Un gran peccato ed una enorme delusione per Lorenzo Musetti. Al rientro dall’infortunio accusato a Madrid, il classe 2002 gioca due set di grande livello contro Tsitsipas, finalista la scorsa edizione dello Slam francese.

La partita del tennista azzurro inizia con leggero ritardo: sotto di un break e sull’1-4 e 15-40, dà la svolta al set con tre game consecutivi per arrivare sul 4-4, annullando anche altre 2 chance di controbreak per Tsitsipas. L’accelerata decisiva prima del possibile tiebreak: Musetti strappa il servizio e chiude 7-5. Da qui arriva un parziale di 10 game a 1 per l’italiano, che annichilisce il greco, portandosi sul 4-0. Il finalista degli Internazionali, reagisce parzialmente, riducendo il gap sul 3-4 ma il tennista di Carrara non si scompone e riesce a condurre in porto il 2° parziale con il 6-4 finale.

Poi però comincia un’altra partita: quella con il suo fisico. Lo stop di 3 settimane si fa sentire nei piedi e nei movimenti di Musetti e Tsitsipas ne approfitta per rientrare in partita con un 6-2 senza appello. Il momento diventa molto delicato per l’azzurro che però accenna una reazione: dopo aver perso il servizio ed essersi visto annullare due palle break, ha un sussulto e si riavvicina nel 4° set. Ma il greco non ci sta e replica immediatamente con il contro-break che indirizza definitivamente il parziale, chiuso poi sul 6-3.

La partita – con punti di vista differenti – ricorda quanto accaduto con Djokovic lo scorso anno. Musetti si dispera per la mancata reazione ed il continuo calo fisico, oltre alla grande crescita di Tsitsipas nell’arco del match. Anche nel 5° set il break arriva immediato per il greco ma il crollo fisiologico di Lorenzo è evidente. Dopo il secondo break nel quarto game, non c’è più storia: il numero 4 del Ranking chiude 6-2 ed approda al 2° turno.

Jannik e Lorenzo senza problemi

Partita quasi simile con analogo epilogo per Jannik Sinner e Lorenzo Sonego, vittoriosi nettamente in tre set rispettivamente contro Fratangelo e Gojowczyk.

Per l’altoatesino arriva un convincente 6-3 6-4 6-3 in un’ora e 51 minuti di gioco, senza mai soffrire il proprio avversario: solo nel finale del terzo set sul 4-2 per l’azzurro con due palle break concesse ma annullate. Per Jannik al 2° turno ci sarà la sfida con lo spagnolo Carballes Baena, uscito vincente in 5 set contro Otte.

Fa leggermente meglio Sonego rispetto a Sinner ma solo dal punto di vista dello score finale: infatti, il piemontese chiude 6-2 6-2 6-1 in un’ora e 41 minuti. La sola differenza sta nel fatto che la testa di serie numero 32 era partito con l’handicap di un break ad inizio match. Ma dallo 0-2 per il tedesco, la strada è stata tutta in discesa fino alla vittoria. Adesso per Lorenzo proverà a superare il 2° turno dove se la vedrà con il portoghese Sousa, reduce da una battaglia di 5 set da oltre 4 ore con Tseng.

Impresa di Ceck, Giorgi di rimonta

Bellissima ed importantissima – per il morale – la vittoria di Marco Cecchinato ai danni di Pablo Andujar. Il semifinalista del Roland Garros 2018 va sotto di due set ma poi doma il suo avversario, regolandolo con un doppio 6-0 intervallato da un 7-5 nel 4° set che diventa lo spartiacque della partita. Per Ceck al 2° turno ci sarà la sfida contro Hurkacz, il quale ha battuto 7-5 6-2 7-5 un Giulio Zeppieri sempre più in crescita e che forse avrebbe meritato qualcosa di più dal match con il polacco. Cecchinato farà compagnia a Fognini, Sinner e Sonego nel turno successivo del Roland Garros.

Per Camila Giorgi è stata molto più dura del previsto contro la cinese Zhang: dopo aver perso il primo set 3-6, perdendo consecutivamente 6 game da 3-0 in proprio favore, la marchigiana trova la svolta nel mezzo del 2° parziale quando riesce ad imporsi per 6-2. Il terzo poi va in discesa per la tennista italiana che chiude replicando un altro 6-2. Al 2° turno ci sarà la Putinseva.

Invece si arrende al super-tiebreak del terzo set Jasmine Paolini: nella prosecuzione del match con la Begu, l’italiana nel 3° set va sotto 0-3, recupera fino al 5-3 ma poi non trova il colpo del ko. La rumena recupera e la trascina all’atto decisivo, dove poi si impone per 10-5, vincendo gli ultimi 5 consecutivamente. Niente da fare, infine, per Lucia Bronzetti: netto 6-1 6-4 per la Ostapenko ai suoi danni.