Rugby, l’Italia vince ed entusiasma contro le Fiji



sei nazioni

Iniziano con una vittoria i test match rugby di novembre. L’Italia trionfa a Catania contro le isole Fiji, convincendo ed emozionando

I test match di novembre sono sempre attesissimi dai fan italiani, che vi vedono un momento per tirare le somme e vedere a che punto è il rugby nostrano in vista del Sei Nazioni. Se poi aggiungiamo che quest’anno nel Pro14 le franchigie italiane stanno mostrano un buon gioco e hanno ottenuto buoni risultati, ecco che si spiega l’attesa fremente per il match. Dopo anni, inoltre, il rugby nazionale torna finalmente al sud: la partita contro le Fiji si è disputata a Catania, città dell’Italia meridionale con una buona tradizione rugbistica.

Prima dell’incontro c’era certo fiducia, ma le Fiji non sono mai state un avversario da sottovalutare. Paese da sempre quotato nel mondo del rugby, hanno una buona nazionale di rugby a 15 e sono tra i migliori nel rugby a 7, in cui gli isolani da sempre eccellono.

Ma già nei primi minuti di gioco, gli italiani sembrano concentrati e carichi. Si procurano un calcio piazzato a causa di un fuorigioco della Fiji: Canna rimane calmo e porta i nostri in vantaggio. Al ’21, pareggiano i figiani con un altro piazzato. Gli italiani continuano ad attaccare, sprecano occasioni ma mostrano il piglio giusto, e al ’28 il capitano Parisse esce da una mischia e prova a sfondare, creando scompensi nella linea difensiva avversaria. Una serie di passaggi ben studiati e Ferrari va in meta (Canna trasforma). Al ’39 una meta con trasformazione degli avversari ci riporta in partià, ma si va negli spogliatoi fiduciosi e con la giusta attitudine.

La ripresa inizia con una meta delle Fiji annullata dal TMO. La tensione sale e il gioco si fa più fisico, nella prima parte del secondo tempo nell’Italia viene cambiata tutta la prima linea per avere uomini freschi. Al 53′, l’Italia ottiene un calcio piazzato che Canna manda tra i pali. 13 a 10 e l’Italia inizia a crederci, gli isolani vanno in confusione, Volavola fa fallo in ruck e prende un giallo. Canna trasforma e l’Italia mantiene bene il vantaggio grazie anche alla superiorità numerica. Allo scadere dell’incontro l’ennesimo piazzato di Canna suggella il risultato di 19 a 10.

Una partita che mette il buonumore, anche vedendo il buon esordio in nazionale di giocatori come Licata. Un risultato che fa bene al morale e rende onore al lavoro del ct O’Shea, che ha dichiarato: “Sono molto contento per i tifosi, la nostra settimana è stata incredibile. Durante la partita abbiamo avuto tante opportunità, poi le Fiji hanno segnato a fine primo tempo, che è sempre un momento difficile da gestire. Nella ripresa abbiamo sentito la pressione di chi non ha vinto molto, ma dalla panchina è arrivato un grande impatto. Sono contento.

Adesso, occorre non perdere la concentrazione: Argentina e Sudafrica saranno avversari difficili.

 

Leggi anche