Saint-Denis, incerte le cause della morte di Abaaoud



sant-denis

Dopo il blitz a Saint-Denis le forze speciali sono impegnate in sei raid a Molenbeek. È morto Abaaoud, ma le circostanze sono da chiarire 

Ultimi aggiornamenti da Parigi, 19 novembre ore 11.30

Secondo quanto riporta il Washington Post, citando due fonti dell’intelligence europea sotto condizione di anonimato, sarebbe morto Abdelhamid Abaaoud, considerato la “mente del terrorismo”, che probabilmente si trovava all’interno di un dei appartamenti individuati.

saint-denis
Saint-Denis, incerte le cause della morte di Abaaoud

Le forze speciali belghe stanno eseguendo sei raid a Molenbeek e in altre aree di Bruxelles, per arrivare alle azioni e alle persone vicine a Bilal Hadfi, uno dei kamikaze nei pressi dello Stade de France, dello scorso venerdì.

Arriva stamattina la dichiarazione del Premier Manuel Valls, davanti all’Assemblea nazionale, sulla possibilità di armi chimiche e biologiche, per abbattere “l’immaginazione macabra” dei mandanti del terrorismo islamico, che “non ha limiti”.

Intanto sono in corso le verifiche per accertare la morte di Abaaoud, anche con l’analisi del Dna. Inoltre, dai raid è emerso che almeno altre 7 persone erano pronte per un nuovo attacco alla città, le quali sono state arrestate dalle forze francesi.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

Cronaca del blitz a Saint-Denis 

18 novembre ore 12.00

Assalto terminato. Bilancio totale del blitz: sette arresti, quattro negli appartamenti.

Due i terroristi morti.

Per questioni di sicurezza la polizia non ha rivelato ancora l’identità degli arrestati. “Non possiamo rivelare l’identità di queste persone, solo in funzione degli esami saremo in grado di farlo prossimamente” – ha dichiarato il procuratore di Parigi al termine del blitz.

Intanto proseguono le operazioni di messa in sicurezza.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

18 novembre, ore 11.30

Ancora in corso il blitz a Saint- Denis. Sette fermati, tre terroristi e quattro sospetti. Abdelhamid Abaaoud forse è barricato nell’appartamento.

Intanto continua l’ingresso delle teste di cuoio mentre la città è totalmente bloccata. Negozi e scuole chiuse e cittadini asserragliati in casa.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

Il blitz della polizia francese, cominciato alle 4.30 di ieri, ha tenuto sotto assedio la zona di Sant-Denis, nei pressi dello stadio, dove si sono fatti esplodere tre kamikaze ferendo un passante.

saint-denis
Saint-Denis, donna kamikaze e arrestati tre terroristi

Il primo ministro Manuel Valls e il ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve, sono entrati all’Eliseo per seguire insieme con il presidente Francois Hollande le notizie sullo svolgimento dell’operazione, che hanno controllato ogni auto diretta verso Parigi eseguendo controlli rigidi con ogni passeggero.

A Sant-Denis il blitz che mira ad indebolire la mente del terrorismo: «Si tratta del nono attentatore Abdelhamid Abaaoud e dei suoi complici», secondo una fonte di polizia citata dall’emittente Rtl.

Cinque terroristi sono stati arrestati nel tentativo di assalto (quattro uomini e una donna), tre terroristi sono morti, di cui una donna kamikaze, mentre cinque persone sono state barricate in un appartamento.

Dopo esplosioni e sparatorie, da cui sono rimasti feriti tre agenti, è stato chiuso anche il centro e dato l’ordine di restare chiusi in casa. Chiusa la zona di Rue de la Rèpublique.

Se vuoi leggere la testimonianza di due salernitani a Parigi clicca qui 

Se vuoi leggere la testimonianza di un avellinese a Parigi clicca qui

Se vuoi leggere la testimonianza di un foggiano a Parigi clicca qui

Leggi anche