Matteo Salvini Processo

Il leader della Lega Matteo Salvini, alla prima riunione con gli eletti, manda un ultimatum. Intanto, lancia la sfida all’UE e inasprisce il confronto con Silvio Berlusconi

Un Matteo Salvini così agguerrito non si era mai visto, in ambito politico. Alla prima conferenza stampa dopo il risultato delle elezioni e la riunione con gli eletti della Lega, il leader sfida apertamente l’Unione Europea.

Potrebbe interessarti:

Stiamo lavorando entro aprile, qualunque sia il governo c’è una manovra economica da preparare. Leggo che Bruxelles vuole nuove tasse, noi presenteremo una manovra alternativa fondata sul contrario: meno tasse. A Bruxelles saranno contenti perché tutti sono contenti se l’Italia cresce. Faremo l’esatto contrario di quello che qualche burocrate vorrebbe.” ha dichiarato Salvini.

Intanto, il leader del Carroccio chiude anche alla proposta di Silvio Berlusconi, cioè le larghe intese: “Senza un nuovo governo si torna a votare? Una cosa alla volta. Sicuramente non si fanno pastrocchi. O c’è un governo o la parola torna agli italiani. Io farei domattina una legge elettorale che dà un premio alla coalizione o al partito più votato. Ma credo poco ai governi tecnici a tempo per fare una o due riforme, che rischiano di essere al servizio di Bruxelles.

Letture Consigliate