Juventus
Foto: Fcaebook Juventus

Juventus cinica a Marassi: bianconeri a due volti contro la Sampdoria. Chiesa fa centro, Chiellini alza il muro

La Juventus emerge sotto la pioggia di Marassi, quarta vittoria consecutiva per la Vecchia Signora considerando tutte le competizioni. Partita con storie differenti, con un primo tempo di marca bianconera e la ripresa ruoli invertiti.

La partita

Juventus molto aggressiva nei primi minuti di gioco, con un possesso palla molto veloce e con la capacità di trovare sempre l’attaccante alle spalle della difesa rivale. Bravo McKennie a sganciarsi tra le linee e favorire degli spazi aperti da Morata. Chiesa sblocca il match al 20′ finalizzando un’azione da calcetto impostata da Ronaldo e Morata, con lo spagnolo bravo a trovare l’esterno sul secondo palo.

Bentancur e Arthur si alternano in modo giusto nella gestione dal basso, ma Ronaldo non approfitta dei lanci verticali dei centrocampisti. Portoghese sciupone sotto porta, ma bravo a smarcarsi. Bravo Yoshida a recuperare in scivolata e salvare un tiro di Ronaldo.

Nella ripresa cambia il copione del match e si sveglia anche la Sampdoria. La Juventus cala e i blucerchiati ne approfittano, soprattutto alle spalle dei mediani. Al 55′ Chiellini salva un gol fatto su tiro di Quagliarella, bravo il difensore ad opporsi in scivolata. Pirlo corre ai ripari e rinnova il centrocampo, inserendo giocatori di gamba. Sotto la pioggia torrenziale di Genova cala il livello tecnico e anche la bellezza del match.

ee zieei azieeiz razieeiza razieeizarLa coppia di difesa Bonucci-Chiellini non concede nessuna possibilità agli avversari. In contropiede Ramsey archivia la pratica grazie al grande altruismo di Cuadrado che a tu per tu con Audero regala al gallese la gioia del gol. Da segnalare l’hockey pass di Ronaldo ad iniziare l’azione.

Sampdoria Juve 0-2: risultato e tabellino

Reti: 20′ Chiesa, 90+1′ Ramsey

Sampdoria (4-3-3): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Thorsby, Ekdal, Silva (62′ Damsgaard); Candreva (81′ Jankto), Quagliarella (68′ Torregrossa), Keita (68′ Ramirez). All. Ranieri. A disp. Regini, Askildsen, Tonelli, Leris, Ferrari, Verre, La Gumina, Letica

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Chiellini, Danilo; Chiesa (83′ Alex Sandro), Arthur (83′ Ramsey), Bentancur (74′ Rabiot), McKennie; Ronaldo, Morata (78′ Bernardeschi). All. Pirlo. A disp. Buffon, Pinsoglio, de Ligt, Demiral, Dragusin, Frabotta, Fagioli

Arbitro: Fabbri

Ammoniti: 24′ Thorsby, 30′ Ekdal, 38′ Bentancur, 87′ Damsgaard, 89′ Bernardeschi