17 Dicembre 2017 - 11:09

Il Sanremo di Claudio Baglioni: le prime dichiarazioni del cantautore

Claudio Baglioni

All’indomani dell’annuncio dei 20 Big in gara al suo Festival, Claudio Baglioni parla per la prima volta delle sue scelte artistiche per un Sanremo di “Musica e Parole”

Claudio Baglioni alla testa del 68 della musica italiana?

Venerdì 15 Dicembre, in diretta televisiva, sono stati resi noti i nomi dei 20 Big che dal 6 al 10 Febbraio prossimi calcheranno il palco del Festival di Sanremo.

All’indomani di questa attesissima data, Claudio Baglioni rompe il silenzio, parlando diffusamente alla stampa,tra cui Adnkronos, delle sue scelte artistiche, dai cantanti agli ospiti, e di quale sia lo spirito che lo anima in questa avventura per lui del tutto nuova.

Claudio Baglioni: “Il mio sarà un Sanremo 00”

Il Festival che io condurrò” ha esordito Baglioni, “è il numero 68. Mi piace pensare che quest’anno Sanremo si ispiri un po’ a quegli anni, che sono stati gli ultimi caratterizzati da un sogno comune.

E sulla sua titubanza iniziale confessa: “Avevo paura di non essere all’altezza ma poi, la massima libertà che mi è stata garantita mi ha tranquillizzato“.

Claudio Baglioni e la scelta dei Big

L’autore di Questo piccolo grande amore affronta poi la “spinosa” questione della scelta dei Big: “È stata ardua. Ci sono arrivate più di 140 proposte, la sera dell’annuncio, ho mandato un messaggino a tutti quelli che non sono rientrati nella rosa. Forse da oggi ho qualche nemico in più…

Sicuramente Baglioni ha, sulla carta, il merito di aver ridato la giusta importanza ed il giusto peso alle parole, portandosi dietro un bel carico di cantautori. Lo stesso, poi, racconta degli aneddoti:

“Sono stato io a convincere gli Elii a venire a dirsi addio a Sanremo.” E sulla Vanoni dice: “La canzone me l’ha portata Bungaro. Io ho sentito subito che potesse essere cantata a più voci“. Telefonata ad Ornella ed il terzetto è fatto.

Claudio Baglioni: nel suo Festival anche una canzone di Lucio Dalla

Il Direttore Artistico ha poi confermato l’indiscrezione secondo cui il pezzo di Ron, “Almeno pensami” fosse scritto da Lucio Dalla:

È stata la Fondazione Lucio Dalla ad inviarmi il pezzo ed io ho subito pensato che Ron fosse la persona giusta per cantarlo, anche per la profonda amicizia che li legava”.

Claudio Baglioni, i temi delle canzoni del suo Sanremo e gli ospiti

Ma di cosa parleranno i nuovi testi di Sanremo? “Il tema più forte è sempre l’amore, ma trattato nelle sue molteplici sfumature, ma ci sono poi diversi testi che affrontano da diverse angolazioni l’avventura e la disavventura del vivere”. Si annunciano forti i testi di Avitabile e de Lo Stato Sociale e, come era facile intuire, quello di Moro e Meta che pare affronti il tema del terrorismo in maniera assolutamente non banale.

Sugli ospiti Baglioni non si sbottona ma dice: “Mi piacerebbe avere artisti che, a vario titolo, hanno a che fare con la musica. Perchè avere superospiti la cui esibizione non è poi nemmeno così bella?. Non mancheranno certo i comici: alcuni di loro sanno raccontare la musica in modo straordinario“. Ed a chi gli chiede se canterà Claudio lascia una porta aperta: “Potrebbe servire, ogni tanto, a ricordare qual è il mio vero mestiere“.

Claudio Baglioni: il suo Festival scalda i motori, prima conferenza stampa il 9 Gennaio

Sono ancora molte le riserve da sciogliere riguardo al Festival targato Baglioni: c’è da ufficializzare la presenza di Michelle Hunziker, da rendere nota l’identità del “Banderas italiano”, e resta da capire chi condurrà il Dopofestival.

Tutti questi quesiti troveranno sicuramente una risposta il prossimo 9 Gennaio quando è prevista la prima conferenza stampa ufficiale del Festival.