28 Novembre 2017 - 12:33

Serie A, Gran Galà del calcio 2017! Ecco tutti i giocatori premiati

gran galà

Ieri sera al Megawatt Court di Milano si è tenuta la cerimonia de Gran Galà del calcio italiano. Il giocatore più votato è stato, ancora una volta, Gianluigi Buffon

I migliori 11 della Serie A 2016-17: i premiati

Nella serata di Milano si è svolta la 7° edizione del Gran Galà del calcio, organizzato dell’Associazione Italiana Calciatori.

Con la presenza delle massime autorità del calcio italiano, sono stati premiati i migliori 11 giocatori.

Oltre ai migliori 11, sono stati premiati anche: ” il migliore allenatore, l’arbitro, il giovane di Serie B e la calciatrice”. 

Ad eleggere questa formazione sono stati:” allenatori, arbitri, giornalisti, C.T. ed ex C.T. della Nazionale. 

Nell’11 della Serie A sette sono i giocatori che nella stagione 2016-17 hanno militato nella Juventus (Bonucci e Dani Alves si sono trasferiti rispettivamente nel Milan e nel PSG). A completare la formazione sono tre giocatori del Napoli e uno della Roma.

La formazione ideale del 2017 (4-3-3): 

Buffon; Dani Alves; Koulibaly; Bonucci; Alex Sandro; Nainggolan; Pjanic; Hamsik; Mertens; Higuain; Dybala.

Premiato come migliore allenatore: Maurizio Sarri;miglior arbitro: Nicola Rizzoli; miglior “Giocatore di Serie B”: Alessio Cragno; migliore calciatrice: Alia Guagni, della Fiorentina Women’s. 

Dybala: “Cerco sempre di dare il massimo. Il Napoli? Sarà Dura”

Abbiamo disputato un anno da grandi e sono molto contento di partecipare a questa serata. In generale, il calcio italiano mi ha aiutato a crescere, visto che ho ricoperto tanti ruoli. Sicuramente non ho dato continuità a quanto di buono ho fatto nelle prime partite, non ho dato il meglio nelle ultime gare. Io cerco sempre di dare il massimo: a volte ci riesco, altre no”.

Mertens: “Lo scudetto? Il pensiero c’è..”

“Quella contro la Juventus sarà una partita importante e vogliamo giocarcela con attenzione. Abbiamo vissuto un anno bellissimo, stiamo facendo bene e speriamo di continuare su questa strada. Lo scudetto? Il pensiero c’è, ma non dobbiamo pensare troppo: dobbiamo agire e continuare a lavorare così”.

Nainggolan: “Stiamo facendo bene. De Rossi? Sa di aver sbagliato”

“Stiamo facendo un bel percorso, contro le aspettative di tanti, dato che abbiamo cambiato molto. E’ importante la qualificazione in Champions, mentre in campionato abbiamo fatto un palso falso: capita, ci sono stati scontri diretti e dobbiamo continuare a lavorare. De Rossi? E’ dispiaciuto per quello che è successo, è consapevole di aver sbagliato, ma è di Roma e vive le partite in maniera particolare.

Buffon: “Delusione enorme in Nazionale, ma con la Juve ci sono tanti obiettivi”

Il peso e la delusione sono stati enormi: quella in Nazionale, forse, è la delusione più grossa della mia carriera insieme a qualche finale di Champions. Bisogna andare avanti, la stagione va conclusa nel migliore dei modi e con la JUventus ci sono tanti obiettivi da raggiungere. Gattuso? Ha superato il trauma del post calciatore e si è già ritagliato un ruolo da protagonista. Nessun ambiente, per lui, potrebbe essere migliore del Milan”. 

Mirabelli: “C’era la necessità di dare una scossa. Gattuso? Ci sorprenderà”

“Una squadra nuova è difficile da gestire, però abbiamo avuto più problemi del previsto. Vorrei ringraziare Montella e il suo staff: serviva una scossa per cambiare il momento negativo, ma c’è un ottimo rapporto tra noi. Gattuso? Il dna di Rino è importantissimo, non potevo scegliere di meglio. Non devo presentarlo io, gli abbiamo dato questa possibilità e se la giocherà come vuole lui: ci sorprenderà”.